direttore Paolo Di Maira

ANIMAZIONE/Pixar scopre la Luna

di Monica Tasciotti


Ci saranno 4 progetti di iniziativa italiana fra i 66 selezionati per il 22° Cartoon Forum che si terrà  dal 13 al 16 settembre a Sopot, moderna città  balneare vicino a Danzica.
E’ la prima volta in Polonia per l”annuale forum europeo per le coproduzioni televisive e per le nuove piattaforme organizzato dal’associazione Cartoon di Bruxelles con il supporto del Programma MEDIA.
La seconda in un nuovo Paese della UE dopo la scorsa edizione svoltasi in Ungheria.


“Academia”, progetto di serie da 26 episodi di 22 minuti, proposto dallo storico Studio Campedelli con la francese Storimages; “Balloopo”, serie per i più piccoli che la romana ConnecToon presenta insieme a partner spagnoli e olandesi; “Jeff the Chef “, serie in 3D di Computer Graphics con l’inglese Hoho Entertainment e il Telegael Media Group, e “Superslash://”, nuova serie da 26 episodi di mezz’ora coprodotti con la francese Planet Nemo Animation con cui il Gruppo Alcuni (“Cuccioli”) si lancia nella produzione live action mista all’animazione.
Se in “Slash://”, in onda su Rai 2 ogni domenica alle 8,10, troviamo in sola animazione 2D i cinque ragazzi protagonisti provenienti da diverse parti del mondo per un campus estivo di perfezionamento musicale in un borgo toscano, in “Superslash://” le due tecniche si uniranno per dare vita ad un nuovo prodotto in linea con i nuovi trend del mercato, su cui farà  presto il debutto la nuova serie “Mia & Me”, produzione internazionale di Rai Fiction pioniera nell’unione tra fiction e animazione in computer grafica.


Un’edizione che si preannuncia particolarmente interessante quella di Sopot, grazie alla incredibile crescita del budget globale dei progetti.
Le serie selezionate infatti totalizzano un investimento di 214,5 milioni di euro, con un incremento del 30 per cento rispetto allo scorso anno, mentre il volume della produzione è aumentato del 25 per cento, raggiungendo le 467 ore di animazione.
Cifre che riflettono le prospettive positive per il settore così come il consolidamento delle serie animate europee nella programmazione dei broadcaster continentali ed extraeuropei.
Altro motivo di interesse è dato dalla nuova animazione polacca.
Una rinascita che porterà  al Cartoon Forum ben 6 progetti, ma che ha già  presentato al Festival di Annecy conclusosi l’11 giugno scorso numerosi bellissimi cortometraggi, di cui tre premiati, fra una selezione che quest’anno è stata qualitativamente più alta delle ultime viste.
Il Premio speciale della giuria di Annecy (il Gran premio se l’è aggiudicato un pò a sorpresa il francese Patrick Jean con “Pixels”) è andato però a un corto italiano, peraltro l’unico italiano in gara.
Si tratta di “Big Bang, Big Boom”, il nuovo video animato dello street-artist bolognese Blu.
Un punto di vista “non scientifico” sull’evoluzione e le sue conseguenze. Nella 35a edizione del festival, dedicata agli Stati Uniti e inaugurata dalle anteprime dei nuovi corti di tutte le major americane, la Pixar ha presentato il suo nuovo toccante corto “La luna” (il titolo originale è proprio in italiano) realizzato da Enrico Casarosa, genovese di nascita e dal 2002 negli studios di Emeryville, che iniziando come artista degli storyboard in film come “Ratatouille” e “Up” ha ora avuto il privilegio di realizzare una sua storia.
Una fiaba senza tempo su un bambino che per la prima volta va con papà  e nonno al lavoro, su una vecchia barca di legno.
Una sorpresa lo aspetta quando scopre lo straordinario lavoro di famiglia.
Il corto, sembra, verrà  distribuito insieme a “Brave”, il prossimo lungo previsto per il 2012.
In anteprima ad Annecy anche il corto con i giocattoli di “Toy Story” dal titolo “Vacanze Hawaiiane” per “Cars 2”, e tre fantastici corti della Warner (un quarto è in produzione) con Wile E.
Coyote e Bip Bip per la prima volta in 3D stereo, una tecnica che si addice alla perfezione alle indiavolate corse dei due protagonisti, diretti “alla Chuck Jones” da .
Ma anche il nuovo con Scrat, lo scoiattolo di “Ice Age”, il divertente “Continental Crack Up” di Carlos Saldanha.

Articolo precedentePUGLIA/Dai Luoghi alle Storie
Articolo successivoNEWS 2/Film targati Einaudi

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION