ANIMAZIONE/Hollywwod punta al 3D

di Marco Spagnoli


Due giganti dell’animazione mondiale , Walt Disney “” Pixar e DreamWorks, hanno annunciato ufficialmente i loro titoli dei prossimi tre anni “˜incendiando’ una competizione già  serratissima e aperta a pochi outsiders come la Warner Bros, che il prossimo 19 settembre distribuirà  il prequel animato “Star Wars “” Clone Wars” prodotto da George Lucas, o la Fox che nel 2009 uscirà  con “L’Era Glaciale 3”.
Non mancano, da qui ai prossimi anni, altri prodotti provenienti da società  diverse, ma il vero “˜scontro’ avviene soprattutto tra le due grandi rivali Pixar e DreamWorks.


“Nel nostro listino ci sono ventotto titoli nei prossimi tre anni, di cui dodici ideati per la proiezione tridimensionale.”
Spiega il Direttore Generale di Walt Disney Motion Pictures Italia, Paul Zonderland.
“Sedici titoli su ventuno sono prodotti direttamente da Disney e ben sei sono tridimensionali.
Noi crediamo molto in questa nuova tecnologia.
Ci adopereremo in ogni maniera per sfruttarla al meglio.
Bisogna sottolineare che le varie Majors hanno annunciato ben ventiquattro titoli 3D per i prossimi anni.
Dodici sono nostri.
Questo significa che il 50% del mercato del 3D è costituito da nostre produzioni.”


Dopo “Kung Fu Panda” (29 agosto) e “Wall- E” (17 ottobre), il prossimo Natale vede contrapposti “Madagascar 2” (19 dicembre) e “Bolt” (28 novembre), storia di un cane attore alle prese con una verità  che non avrebbe mai immaginato e che fa della sua vita di eroe una menzogna.


A Pasqua dell’anno prossimo DreamWorks esce con la prima produzione d’animazione direttamente pensata per il 3D “Monsters vs. Aliens”, cui Pixar risponde il 28 agosto 2009 con “Up”, diretto dal regista di “Monsters & Co.” Pete Docter, in cui si racconta la storia di un anziano venditore di palloncini che, un bel giorno, dopo avere attaccato centinaia di palloni gonfiabili alla sua abitazione, vola via con tutta la sua casa verso un’avventura amazzonica insieme ad uno strampalato gruppo di compagni di viaggio che includono un boyscout, un golden retriever e un uccello raro.


In autunno viene proposta la riedizione tridimensionale di “Toy Story”, che anticipa di un anno l’uscita di “Toy Story 3”.


“Il digitale e il 3D rappresentano una grande potenzialità  e ricchezza per il nostro mercato.”
Dice Richard Borg, Direttore Generale di Universal, “Noi siamo in prima fila per quello che riguarda lo sviluppo tecnologico e parteciperemo con grande interesse alla giornata dell’Anec – Agis dell’8 luglio per dare il nostro contributo affinché questa tecnologia subentri rapidamente sul mercato italiano. Siamo pronti a fare la nostra parte.”


A Natale 2009, Disney si presenta nei cinema con un doppio appuntamento con l’animazione: il 27 novembre è annunciato “Il racconto di Natale” di Charles Dickens, in cui il regista Robert Zemeckis porta alle massime conseguenze il lavoro iniziato con “Polar Express” e “La Leggenda di Beowulf “.
Ad interpretare il padre di tutti gli spilorci, Ebenizer Scrooge, sarà  Jim Carrey che presta voci e fattezze anche ai fantasmi dei tre natali.
Nel cast spiccano, inoltre, i nomi di Gary Oldman e Michael J.Fox. Disney produce direttamente “The Princess and the Frog” (25 dicembre), che si presenta come un vero e proprio “˜evento’: i veterani del cinema d’animazione tradizionale Ron Clemens e John Musker, già  autori de “La Sirenetta” e “Aladino” realizzano un film disegnato interamente in 2D come i grandi classici del genere da “Biancaneve” a “Cenerentola”.
Non solo: ambientato a New Orleans il cartone animato ha, per la prima volta, come protagonista una principessa afroamericana.
Un miracolo dell’era di Obama impreziosito dalla splendida voce dell’attrice del musical “Dreamgirls” Anika Noni Rose.


Nel 2010 arrivano altri due sequels molto attesi: “Shrek 4” e “Cars 2” con quest’ultimo diretto, forse, dal grande John Lassetter.
Nel listino della Pixar ci sono ancora tre titoli in 3D: “Rapunzel “” Raperonzolo”, “Newt” e “The Bear and the Bow”.
Mentre DreamWorks esce sempre nel 2010 con “How to train you dragon”, Disney si dà  alla fantascienza adattando un racconto di Philip K. Dick intitolato “Il re degli elfi” la cui uscita prevista è, al momento, per il Natale del 2012.

Nella sezione: Rivista