ALTO ADIGE/Jean Reno in Val Pusteria

Arriverà prossimamente in Alto Adige,  Jean Reno, uno dei protagonisti di The way of the eagle” (titolo provvisorio), film diretto da Gewrardo Olivares, prodotto dall’austriaca Terra Mater Factual Studios, e distribuito da Warner Bros. Questa storia d’amicizia fra un cucciolo di aquila e un ragazzo, avrà come locations la Valle Aurina e la Val Pusteria, e potrà contare su un  sostegno di 600.000,00 euro da parte della BLS.
E’ il contributo più sostanzioso decretato dalla  commissione di esperti guidata da Christiana Wertz – BLS Head of  Film Fund and Commission per la prima call del 2014.

Seguono, con 500 mila euro, “Georg Elser – Der Hitler muss weg(titolo provvisorio) diretto da Torsten C. Fischer, prodotto da Lucky Bird Pictures in co-produzione con Delphi Medien e Broth Film Breinersdorfer & Rothemund GB, e la terza stagione della serie tv Un passo dal cielo”, prodotta dalla Lux Vide e Rai Fiction, girata fra San Candido e il Lago di Braies.

200 mila euro vanno a Monte” (titolo provvisorio) della regista e sceneggiatrice iraniana Amir Naderi, che dirigerà Maya Sansa e Andrea Sartoretti; il lungometraggio è prodotto dalla Zivago Media in co-produzione con la Citrullo International.

Il road movie Honig im Kopf” (titolo provvisorio) di Til Schweiger, prodotto dalla tedesca Barefoot Films, è sostenuto dalla Film Commission altoatesina con un finanziamento di 150.000,00 Euro.

Il ritratto di uno degli ultimi bagni pubblici d’Italia fotografa cambiamenti del nostro Paese: il documentario “La gente dei bagni” (titolo provvisorio), di Stefania Bona e Francesca Scalisi, è, dopo “Piccola Patria” di Alessandro Rossetto, un esempio di sostegno congiunto tra diverse Film Commission (oltre la Film Commission dell’Alto Adige sono coinvolte anche la Torino Piemonte Film Commission e la Trentino Film Commission). E’ prodotto dalla Jump Cut in co-produzione con Eie Film e con l’Associazione Culturale Don Quixote, e ha ricevuto un sostegno di 15.000,00 Euro.

Hanno inoltre ottenuto un finanziamento per la pre-produzione altre due produzioni italiane, la One More Pictures, che riceve 29 mila euro per lo sviluppo di “Ötzi – The Iceman(titolo provvisorio), scritto da Carlo Longo e Manuela Cacciamani, e la Quasar Multimedia, a cui vanno 12 mila euro per la pre-produzione di “Ufficio Zone di confine – Una Storia” (titolo provvisorio), regia di Michele Codarin, scritto da Anna Piazza e Massimo Garlatti Costa.

Il prossimo termine per presentare domanda di finanziamento alla BLS è  fissato per il 7 maggio 2014.

 

Nella sezione: News