ALTO ADIGE/Everest in Val Senales

La montagna più alta del mondo in Alto Adige:  sarà girato sul Ghiacciaio della Val Senales “Everest”, diretto da Baltasar Kormákur e interpretato da Jake Gyllenhaal, Josh Brolin e Jason Clarke. Il film racconta la tragedia che si è consumata nel 1966 sulla via  per raggiungere la cima dell’Everest, meta della guida alpina Rob Hall e della sua squadra. Si tratta di una coproduzione internazionale che vede tra i partner la Working Title Films con Universal Pictures e Cross Creek Pictures e beneficia di un finanziamento alla Produzione di 700.000,00 euro da parte di BLS, che per l’ultimo call del 2013 ha stanziato un investimento di  2.035.000,00 euro per dieci produzioni che assicureranno 161giorni di riprese.

Oltre a “Everest” le coproduzioni internazionali sono “Caffè” (titolo provvisorio), di Cristiano Bortone, che è anche produttore del film con Orisa Produzioni in coproduzione con Ipso Facto Productions (Londra/Gran Bretagna) e la cinese  Ray Productions Co. (con un sostegno di 300 mila euro); “Un confine incerto” (titolo provvisorio), di Isabella Sandri, prodotto da Gaundri Srl con Rai Cinema in coproduzione con la tedesca gifted Films e l’ungherese Pozsonyi út 32 (con un sostegno di 250 mila euro), “Perseverance” (titolo provvisorio), regia di Miha Knific, che la Filmberg di Bolzano coproduce con Nukleus Film Croatia, Nukleus Film Slovenia e con la serba This&That Productions, contando su un finanziamento di 70 mila euro.
La commedia austriaca “Aotlhz” (titolo provvisorio) di Dominik Hartl, prodotto da Fischer Film con East West Filmdistribution e ORF come partner di produzione e distribuzione, ottiene 330 mila euro.

200.000,00 Euro vanno a “Un matrimonio da favola” (titolo provvisorio) di Carlo Vanzina, di recente protagonista sul set in Alto Adige per le riprese che hanno interessato le città di Bolzano e Merano. Il film, scritto da Enrico e Carlo Vanzina ed Edoardo Falcone, è prodotto da Fulvio e Federica Lucisano per Italian International Film con Rai Cinema.

Il docufilm   “Woman in War” (titolo provvisorio), diretto da  Evi Oberkofler e Edith Eisenstecken, prodotto dalla Thali Media di Monaco potrà contare su un sostegno di 95.000,00 Euro , mentre “Dolomiten”, il docufilm per la serie Universum diretto da Kurt Mayer beneficierà di 55 mila euro (produzione: Kurt Mayer Film, partner di produzione e distribuzione: NDR, ORF, ARTE).

Hanno inoltre ottenuto un finanziamento per la pre-produzione altre due produzioni italiane. La Mood Film di Tommaso Arrighi con un nuovo progetto di Stefano Lodovichi, dal titolo provvisorio “I figli del freddo”ottiene un finanziamento di 15.000,00 Euro. La produzione romana L’occhio e la Luna ottiene un sostegno dalla BLS di 20.000,00 Euro per la lavorazione de “Il valzer della neve” (titolo provvisorio), il nuovo film di Ruggiero Di Paola.

Nella sezione: News