direttore Paolo Di Maira

ALTO ADIGE/Arriva Winspeare

Fra la primavera e l’estate, oltre alla “La Corrispondenza” (titolo provvisorio) di Giuseppe Tornatore, si gireranno in Alto Adige tre film stranieri, tutti supportati da BLS. “Attack of the Lederhosen- zombies” (titolo provvisorio), è una commedia austriaca, diretta da Dominik Hartl e prodotta dalla viennese Fischer Film, (con un finanziamento BLS alla produzione di 330 mila euro). Viennese anche la commedia drammatica “Die Nacht der 1000 Stunden” (titolo provvisorio), di Virgil Widrich, prodotta dalla Amour Fou Vienna, in coproduzione con la Amour Fou Luxembourg, che ha ricevuto un sostegno alla produzione di 200 mila euro. “König Laurin” (titolo provvisorio), è invece un film per famiglie diretto da Matthias Lang, che sarà girato sulle Dolomiti, prodotto dalla Sparkling Pictures di Monaco, con un sopporto alla produzione di 270 mila euro, che si aggiungono ai 12 mila con cui BLS aveva finanziato la pre-produzione.
E’ invece altoatesino “Perseverance” (titolo provvisorio), film di Miha Knific che racconta gli eventi principali della vita di un essere umano: nascita, amore, perdita e morte. Produce la helios – sustainable films di Bolzano, in coproduzione con la Croazia (Nukleus Film Croatia), la Serbia (This&That Productions) e la Slovenia (Nukleus Film Slovenia). Il film ha ricevuto 70 mila euro per la produzione.

Sono stati decretati intanto i 6 nuovi progetti che riceveranno la prima tranche del Fondo BLS 2015, assicurando 144 giorni di riprese in Alto Adige. Sono: il film drammatico “Maikäfer flieg!” (titolo provvisorio), di Mirjam Unger, prodotto dall’austriaca KGP Kranzelbinder Gabriele Production, che sarà girato fra Merano, Cermes e Vipiteno (550 mila euro), “Three Peaks” (titolo provvisorio), coproduzione fra la Echofilm di Bolzano e la berlinese Rohfilm, che Jan Zabeil girerà fra le Tre Cime di Lavaredo, Dolomiti di Sesto e nella Città dei Sassi (Passo Sella), con un sostegno di 350 mila euro, “Die Einsiedler” (titolo provvisorio), di Ronny Trocker, che sarà girato nel comune di Lasa, con un finanziamento di 320 mila euro (produce la berlinese Zischlermann Filmproduktion in coproduzione con l’austriaca Golden Girls Filmproduktion & Filmservices), “Man in the Box” (titolo provvisorio), di Arsen Anton Ostojic, prodotto dalla Evergreen Productions (Gran Bretagna) in co-produzione con Grip Film Croatia, con un supporto di 250 mila euro. Le locations sono il villaggio di Malga Fane a Valles. E ancora il documentario per la tv “Das Geheimnis der Bergkräuter” (titolo provvisorio), di Wilma Pradetto e Veronika Kaserer, che sarà girato sull’Alpe di Siusi con un finanziamento di 60 mila euro. Produce la Miramonte Film di Bolzano, in co-produzione con l’austriaca Wurzinger Filmproduktion.
Riceve invece un finanziamento di 40 mila euro a sostegno della pre-produzione il nuovo film di Edoardo Winspeare, “Eva dorme” (titolo provvisorio), prodotto da Mediaart Production Coop di Bolzano in co-produzione con la viennese Prisma Film.

Articolo precedenteMERCATI/Aria fresca dal Nord
Articolo successivoVENICE/Cartoons on the Lagoon

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter