ABRUZZO/ Tour nei luoghi del cinema

Rocca Calascio

Raccontare l’Abruzzo “Sulle vie del cinema” è l’obiettivo del tour svoltosi nell’ambito del “Workshop Turistico degli Appennini” progetto promozionale del Distretto Turistico Montano del Gran Sasso d’Italia svoltosi all’Aquila il 15 e 16 novembre 2019.

Con i suoi 133 chilometri di costa, tra spiagge variegate e scogliere, e numerosi spazi naturali e aree montane protette che le valgono il titolo di Regione verde d’Europa, l’Abruzzo racchiude in un piccolo lembo di terra una grande varietà paesaggistica.

Un giro nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga basta a capire perché questo territorio abbia colpito l’interesse del cinema fin dagli anni Quaranta. L’intero parco è infatti una sorta di macchina del tempo e dello spazio: si passa dalle brulle Highlands scozzesi alla Palestina dei tempi di Cristo: non a caso nel 1966 John Huston lo scelse per girarvi “La Bibbia”.

Santo Stefano di Sessanio

Le migrazioni che hanno svuotato questa terra nei decenni passati hanno poi fatto il resto, “congelando” i borghi e lasciandone intatto il fascino medievale. E così, entrare in Santo Stefano di Sessanio, primo esperimento in Italia di albergo diffuso e location del film di Giuseppe Tornatore “Una pura formalità” (1994), significa letteralmente tuffarsi nel XII secolo. Percorrendo pochi chilometri si raggiunge uno dei luoghi più iconici del cinema abruzzese: Rocca Calascio, dove una bellissima Michelle Pfeiffer trasformata in falco veniva portata in salvo in “Ladyhawke” (1985). Ma prima di percorrere a piedi la strada che porta alla rocca, un rudere che affaccia sulla vallata circostante riporta alla scena della crocifissione di “Amici Miei atto II” girato da Mario Monicelli nel 1982.

Procedendo ad un’altitudine di quasi 1.800 metri verso Campo Imperatore, il cosiddetto “Piccolo Tibet”, si ha l’impressione di essere dei pionieri alla scoperta di un territorio inesplorato. Questo altopiano di origine glaciale, il più esteso d’Italia, è stato spesso scelto come location per spot pubblicitari, video musicali e pellicole cinematografiche come “Milarepa”, “Il deserto dei Tartari”, “Il nome della rosa”, “Così è la vita” e la serie western su “Trinità”. Ancora oggi, gruppi di turisti stranieri chiedono espressamente di essere portati sul sasso su cui un Bud Spencer improvvisatosi sceriffo mangiava beato un invitante piatto di fagioli. Era il 1970.

Articoli collegati

CON FLIGHT A GENOVA IL CINEMA INTERNAZIONALE

Dal 10 al 18 ottobre la prima edizione di Flight, Mostra internazionale del cinema di Genova, al cinema Nickelodeon, nei cineclub cittadini nelle gallerie d'arte e all'Alliance Française

SPOSTATO AL 2022 L’ITALIA COUNTRY IN FOCUS ALL’EFM

L'Italia sarà il Paese in Focus dell'European Film Market della 72° Berlinale, nel 2022. Originariamente programmato per il 2021, è stato spostato di un anno a causa delle restrizioni per il Covid 19. "Italia in Focus" è supportato dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MiBACT) e dall'ANICA.

VENEZIA / I film sostenuti da Roma Lazio Film Commission

Numerose le opere supportate dai fondi della Regione Lazio, presenti in Concorso e nelle sezioni e rassegne collaterali della 77aMostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia
- Sponsor -

Cinema&Video International n.179

Il numero di ottobre 2020 è distribuito al MIA di Roma e sulla piattaforma di MIPCOM Online+
- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

VIRTUAL PRODUCTION, VR e GAMES: il MIA guarda al FUTURO

Tecnologie dei videogame per il cinema; produzione virtuale, game engines e realtà aumentata: al MIA le esperienze di Onemore Pictures, Hive Division e Mixed Bag

MIA: PREMIATI MISS FALLACI e DARKSIDE

I premi e i numeri del MIA in chiusura della sesta edizione. Vincono, fra gli altri, gli italiani "Miss Fallaci takes America", "Darkside, the quest for dark matter detection". Lazio Frames Award a "La verità sulla dolce vita"

WHAT A CARTOONIST! Cartoon Network lancia un contest

E' stato lanciato ieri al MIA il nuovo contest per giovani creativi di Cartoon Network Warner Italia, "What a cartoonist!" Sarà aperto agli under 35 e punta a cercare contenuto e idee per produrre un corto, una app, o un progetto seriale.
- sponsor -

INDUSTRY

NOMAD/Al cinema l’omaggio di Herzog a Chatwin

"Nomad: In cammino con Bruce Chatwin", il documentario diretto dal maestro del cinema tedesco Werner Herzog, dedicato all'amico e grande scrittore e viaggiatore Bruce Chatwin, dopo essere stato presentato alla 14/ma Festa del Cinema di Roma e al 68/mo Trento Film Festival uscirà nelle sale italiane il 19, 20 e 21 ottobre co-distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted Cinema.

VIRTUAL PRODUCTION, VR e GAMES: il MIA guarda al FUTURO

Tecnologie dei videogame per il cinema; produzione virtuale, game engines e realtà aumentata: al MIA le esperienze di Onemore Pictures, Hive Division e Mixed Bag

MIA: PREMIATI MISS FALLACI e DARKSIDE

I premi e i numeri del MIA in chiusura della sesta edizione. Vincono, fra gli altri, gli italiani "Miss Fallaci takes America", "Darkside, the quest for dark matter detection". Lazio Frames Award a "La verità sulla dolce vita"
- sponsor -

LOCATION

AFC SEMPRE PIU’ PRODUTTORE CON IL SUO FILM FUND

Simonetta Dellomonaco, presidente di Apulia Film Commission, ha presentato al MIA di Roma il sistema cinema della Regione, parlando delle nuove sfide e opportunità: quelle ad esempio, all’Apulia Film Fund, che da luglio AFC eroga direttamente

IL TFL DIVENTA GREEN CON TRENTINO FILM COMMISSION

Lanciato al MIA il il Green Filming Award, premio che sancisce una nuova collaborazione fra Trentino Film Commission, e Torino Film Lab

LIUZZI: Le azioni del MISE per il futuro dell’audiovisivo

Al MIA il sottosegretario allo Sviluppo Economico Mirella Liuzzi dialoga con il direttore, Lucia Milazzotto, sui programmi di sviluppo tecnologico e innovativo del MISE che riguardano il futuro dell'audiovisivo