VENEZIA 75./ Roma trionfa al Lido

Sembra proprio che “Roma” sia l’unica parola italiana nella lista dei premi di Venezia 75. ( a parte quello al restaurato “La notte di San Lorenzo” dei fratelli Taviani). Un premio annunciato, quello dato al film di Alfonso Cuaròn ( premio Oscar con “Gravity”), che ha conquistato l’apprezzamento di pubblico e critica durante il festival, e che si porta dietro la “questione Netflix”. Infatti, il colosso delle OTT, ha prodotto “Roma”, e ne ha annunciato l’uscita in dicembre sulla sua piattaforma. Se non è un problema della Mostra ( lo ha ribadito con leggerezza il suo direttore, Alberto Barbera) lo è senz’altro per l’esercizio cinematografico italiano, per la prima volta privato di un Leone d’Oro, e che, in prospettiva, dovrà rassegnarsi a giocare il ruolo di comprimario (se va bene) nella diffusione del cinema d’autore. Ma, con ogni probabilità, anche Netflix, cui Venezia ha donato uno straordinario spot pubblicitario, dovrà riconsiderare le sue strategie (non è irrilevante che i giurati veneziani abbiano premiato il film guardandolo su grande schermo) magari inglobando nel suo business planetario anche le sale.

Tutti I premi di Venezia 75.

Nella sezione: Rivista