VALLE D’AOSTA/Fra Schiavone e il Karakorum

Il 26 gennaio è andata in onda in Germania, su ARD, “Pista Nera”, il primo episodio della prima serie di “Rocco Schiavone”, la fortunata serie crime tratta dai romanzi di Antonio Manzini e girata in Valle D’Aosta, con la produzione di Cross-Production e Rai Fiction e il sostegno di Valle D’Aosta Film Commission.

Le avventure del burbero vice questore romano in Valle D’Aosta faranno il giro del mondo, oltre alla Germania (Il venditore internazionale è tra l’altro la tedesca Beta), i diritti sono stati acquisiti dalla piattaforma VOD Starz in USA, da France Television, da Canal Plus in Polonia, ORF in Austria, in America Latina, dalla russa Teleseriya, da Veronica Tv nei Paesi Bassi, e da Amazon Prime Video per Cina, Bulgaria, Repubblica Ceca e paesi della ex Yugoslavia.

Nel frattempo, in Valle D’Aosta, tutto è pronto per le riprese della terza stagione: in marzo si gireranno le storie tratte dai romanzi “Fate il vostro gioco” e “Rien ne vas plus”, e che ruotano intorno al Casinò di Saint Vincent.

Si sta inoltre concludendo in Valle D’Aosta, il mese di riprese in alta quota del film polacco, prodotto da East Studio, “Broad Peak”, la storia dell’alpinista polacco morto sul Borad Peak sul Karakorum. Co-prodotto con la Francia, il film è stato girato prevalentemente attorno al Rifugio Torino, a 3375 metri, con il supporto di Valle D’Aosta Film Commission

Nella sezione: Luoghi&LocationsNews