UCRAINA/Verso una Film Commission

ww1r9285L’Ucraina è un gigante che si risveglia anche in campo audiovisivo.
A metà settembre l’Agenzia di Stato per il Cinema Ucraino, diretta da Philip Illienko ha organizzato un workshop di tre giorni nella cittadina termale di Truskavets per ragionare di Film Commission regionali, meccanismi di sostegno all’audiovisivo, apertura internazionale.
Presenti decine di produttori, responsabili di governi regionali e responsabili di giovanissime (ma già attive) Film Commission.
Fra i relatori internazionali: Alessandro Gropplero, responsabile del Fondo Audiovisivo del Friuli-Venezia Giulia, Mick Ratman, decano dei Location Manager inglesi e Andrea Rocco direttore di Genova-Liguria Film Commission e membro del Board di EuFCN.
Illienko ha annunciato anche il primo “tax rebate”, uno sconto del 25% sulle spese effettuate dalle produzioni audiovisive internazionali in Ucraina.
“L’evento di Truskavets – dice Illienko – è una svolta per l’industria cinematografica ucraina. I rappresentanti di quasi tutte le regioni hanno avuto modo di conoscere come si crea e si sviluppa una Film Commission e questo è importante per poter creare una rete di organismi che possano risolvere i problemi di chi verrà a girare qui”.
E una Film Commission ucraina ha già fatto passi avanti. E’ quella di Lviv (Leopoli), a un’ora di auto da Truskavets. “Lviv e l’Ucraina – dice Olha Reiter, direttrice della struttura – sono gemme ancora non scoperte dalle produzioni europee. Il nostro obiettivo è di renderle appetibili ed accessibili. L’altro obiettivo è quello di sostenere lo sviluppo di un’industria audiovisiva locale attraverso il co-finanziamento di progetti e l’attrazione di talenti e di professionisti”

Nella sezione: Luoghi&Locations