TRIESTE/La Film Commission rilancia con un convegno

Nonostante il drastico ridimensionamento subito e un futuro senza certezze, Friuli Venezia Giulia Film Commission non soltanto non si fa mettere all’angolo, ma alza la posta, organizzando alla vigilia delle elezioni amministrative regionali ( 21-22 Aprile) un convegno nella mattinata di martedì 26 marzo all’Hotel Savoia di  Trieste. Titolo eloquente:: “Film Commission 2.0 – Rilancio delle politiche di sostegno alla produzione audiovisiva in Friuli Venezia Giulia”.

All’evento (LEGGI IL PROGRAMMA) parteciperanno protagonisti  dell’audiovisivo italiano, dal presidente ANICA Riccardo Tozzi a Nicola Borrelli – Direttore Generale Cinema , da Cecilia Valmarana di Rai Cinema a  Guido Cerasuolo – Presidente APE (Associazione Produttori Esecutivi), a  Martha Capello – Presidente AGPCI (Associazione Produttori Cinematografici indipendenti). Ma si comincerà con le Film Commission: il “tavolo”, moderato da Paolo Di Maira,  direttore di Cinema & Video International sarà composto da Silvio Maselli – Presidente Italian Film Commissions, Andrea Rocco – Direttivo EUFCN (European Film Commission Network), e  Federico Poillucci – Presidente Friuli Venezia Giulia Film Commission. Chiuderà il convegno la case history del film “Zoran, il mio nipote scemo” prodotto da Igor Princic e diretto da Matteo Oleotto.  “Zoran”,  attualmente in post-produzione, rappresenta un modello di produzione europea, essendo passato, nello sviluppo, attraverso EAVE Producers Workshop, e avendo ottenuto il prestigioso sostegno Eurimages, del Fondo Regionale per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia, Friuli Venezia Giulia Film Fund, MiBAC, Slovenian Film Center, Viba Film, RTV Slovenia.

L’incontro di Trieste sarà anche un’occasione per conoscere i punti di vista e le indicazioni programmatiche dei candidati alla Presidenza della Regione che saranno presenti ai lavori.

 

Nella sezione: News