TIRANA/Attesa per i Balkan Days

Si svolgerà dal 3 al 7 ottobre la seconda edizione del Balkan Film Market, che riunisce i professionisti dell’audiovisivo dei paesi europei e balcanici per condividere progetti, rafforzare il networking e le attività di marketing sulle produzioni locali, con l’obiettivo ultimo di incrementare le co-produzioni e la possibilità di distribuzione di questa regione così varia e dotata di un grande potenziale.

Il progetto è sostenuto dal Centro Nazionale di Cinematografia Albanese, e come precisa il suo presidente Ilir Butka, “organizzato con il patrocinio del EURIMAGES assieme a MIBACT e ANICA, che hanno accolto dal principio l’importanza di questa iniziativa, essendo l’Italia il nostro partner naturale. Questa edizione, oltre all’Ambasciata italiana e all’Istituto Italiano di Cultura a Tirana, vanta anche la partenrship e il supporto di ICE, che ci sta aiutando molto con il network di agenzie Italiane che lavorano in Albania, come ad esempio l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Fra i nostri partner ci sono anche istituzioni regionali, come Apulia Film Commission e Roma Lazio Film Commission, con la quale abbiamo lanciato i Balkan Days durante lo scorso Festival di Berlino.”

Il primo incontro Balkan Days si è svolto al Festival di Cannes, e il secondo avrà luogo proprio durante il Balkan Film Market, per poi essere replicato al MIA di Roma.

“Stiamo lavorando per trasformare il Balkan Film Market in un hub regionale, un ponte attraverso l’Adriatico che faciliti il flusso delle produzioni e delle distribuzioni in entrambe le direzioni- dichiara il direttore del mercato, Andamion Murataj, ribadendo il legame con l’Italia. – Fra i progetti selezionati al Pitch Balkan, avremo il nuovo film co-prodotto da Andrea Magnani (“Drajcici, a village at the edge of Europe” di Otto Lazic-Reuschel), che dopo la candidatura al David di Donatello di quest’anno torna a co-produrre con i Balcani (con la Croazia), o il debutto alla regia del rumeno Andreea Valean, autore della sceneggiatura del corto “Traffic”, Palma d’Oro a Cannes.”

Novità di quest’anno la collaborazione con European Film Promotion, in ragione della quale il BFM ha invitato gli alunni di Producers on the Move interessati a lavorare con i professionisti dell’area balcanica.

Il mercato ospiterà anche l’assemblea generale del South Eastern European (SEE) Cinema Network, che voterà per assegnare un sostegno allo sviluppo a 8 dei 18 progetti provenienti da paesi; un panel su cinema e ambiente, che si focalizzerà sui set nelle aree protette, e un evento di presentazione di Matera Capitale della Cultura 2019 in relazione al cinema.”

Nella sezione: Rivista