TFL/I vincitori dell’Audience Design Fund

Sarà presentato oggi, al BAM – Bogota Audiovisual Market, come case study all’interno della sezione “Co-producing with Italy”, dedicata alle opportunità e agli strumenti di coproduzione fra Italia e America Latina, “Hogar” di Maura Delpero, una storia ambientata a Buenos Aires, in un centro religioso italiano per madri adolescenti.
A firmarne la produzione sono le italiane  Dispàrte e Vivo Film, in coproduzione con Rai Cinema, e con l’argentina Campo Cine.

Il film, attualmente in post-produzione, ha ricevuto l’ARTE International Prize al San Sebastián Film Festival 2016 ed è una delle tre coproduzioni internazionali vincitrici dell’ Audience Design Fund del Torino Film Lab per il 2019. Un premio alla distribuzione che supporterà, con 40 mila euro ciascuno, l’uscita dei film nei rispettivi territori, nonché una sessione di consulenza sulle strategie di Audience Design, a cura degli esperti del Torino Film Lab.

I tre progetti godranno inoltre della partecipazione al Torino Film Lab Meeting Event, il coproduction forum del TFL, che si svolgerà dal 21 al 23 novembre durante il Torino Film Festival: sono due lungometraggi di finzione e un documentario creativo.

“Cuban Dancer” è il documentario di Roberto Salinas: un coming of age che ha come protagonista un talentuoso ballerino della Scuola Nazionale del Balletto di Cuba, che deve fare i conti con l’emigrazione a Miami, nel periodo della visita di Obama a Cuba, dopo la morte di Castro e la vittoria elettorale di Trump. E’ una coproduzione fra l’Italia (Indyca), Cile (Valdivia Film) e Canada (Megafun), in coproduzione con RAI Cinema.
E’ il secondo film di Salinas, dopo il fortunato documentario “The troublemaker, behind the scenes of the united nations” (Festival Internacional del Nuevo Cine Latinoamericano – La Havana, 2015).

“La nuit des rois”, opera seconda di Philippe Lacôte (che fa seguito a “Run”, Cannes Film Festival – Un Certain Regard 2014), è una sorta di Mille e una notte ambientato nella prigione africana di MACA, prodotto da  Banshee Films (Francia), Wassakara (Costa d’Avorio) e Peripheria (Canada).
Il progetto è stato sviluppato al TFL ScriptLab 2016 con il titolo provvisorio di “Zama” e ha ricevuto il supporto di Eurimages nello scorso giugno. Le riprese sono programmate per settembre.

Il comitato di selezione è costituito dalla produttrice creativa danese Valeria Richter, TFL Audience Design Head of Studies, Daniele Segre, TFL Production and Distribution Advisor, e dal direttore esecutivo del TFL  Savina Neirotti

TorinoFilmLab supporta filmmakers di tutto il mondo attraverso attività di formazione su sviluppo, produzione e distribuzion.
E’ sostenuto dal Museo Nazionale del Cinema con il supporto di MIBAC – Ministero dei Beni e delle Attività CulturaliRegione Piemonte, Città di Torino and the Creative Europe – MEDIA sub-programme of the European Union 

Nella sezione: Rivista