SALA/Dove gli incassi aumentano

Se il 2012 è stato definito l’annus horribilis per gli incassi e le presenze al cinema in Italia, un dato più confortante arriva dal comparto dei contenuti alternativi proiettati sugli schermi delle nostre sale: gli introiti di documentari, opere liriche, mostre d’arte, concerti rock, classici del cinema sono aumentati del 115% rispetto al 2011. E’ quanto emerge dal convegno Quale digitale, quale cinema, quale programmazione promosso ed organizzato dall’ANEM – Associazione Nazionale Esercenti Multiplex e dalla Direzione Generale Cinema del MiBAC, che si è tenuto oggi, 23 aprile, a Roma presso il megastore Eataly Roma.

Si tratta di un giro d’affari che rappresenta per ora solo lo 0,47% del totale del mercato cinematografico, ma con la diffusione del digitale la quota è destinata a salire. Ne è convinto Nicola Borrelli, direttore generale per il cinema del MiBAC. “C’è ancora una parte di sale – ha detto – che deve adeguarsi alla nuova tecnologia ed è su queste strutture che andranno tarati gli interventi statali, come il tax credit, la cedibilità del credito, ma anche la Virtual print fee messa in campo dagli operatori”. “Fondamentale è anche – ha aggiunto Borrelli – che gli esercenti si adeguino e imparino a sfruttare le potenzialità offerte dalla nuova tecnologia per portare al cinema nuovo pubblico”. E la necessità di trasformare la sala in contenitore di una pluralità di offerte in grado di portare nuovo pubblico è stata sottolineata anche da Carlo Bernaschi, presidente ANEM.
Gérôme Bourdezeau
, direttore di Eataly Roma, ha individuato un interessante parallelo fra gli spettatori della sala cinematografica e i clienti di Eataly: entrambi hanno  sempre più l’esigenza di appropriarsi del luogo, non accontentandosi più del semplice acquisto.

Alle presentazioni degli studi sul digitale e sui luoghi d’intrattenimento di Bruno Zambardino, dell’Università La Sapienza, e di Simonetta Pattuglia, dell’Università di Tor Vergata, hanno fatto seguito gli interventi dei rappresentanti delle diverse tipologie di esercizio (Andrea Stratta, amministratore delegato di UCI Italia Cinema, Francesco Di Cola insieme a Clementina Dal Cin di The Space Cinema, Pierluca Sforza del Cinema Lux di Roma, Giovanni Pompili del Kino di Roma e Sino Caracappa della Multisala Badia Grande di Sciacca).
Il convegno si è concluso con una tavola rotonda sulle strategie vincenti nel cinema, web ed entertainment, moderata da Raffaele Barberio, direttore di Key4Biz, alla quale sono intervenuti Alessandro Bottai, di Tix Production, Stefano Cigarini, di Rainbow MagicLand, Terenzio Cugia, di Cineama

Nella sezione: News