ROMA/I vincitori del pubblico

Si è conclusa sabato 25 ottobre la nona edizione del Festival di Roma, la prima dove è stato il pubblico a decretare i vincitori di ogni sezione del programma: “Trash” di Stephen Daldry ha conquistato il Premio del Pubblico BNL per Gala, “Shier gongmin / 12 Citizens di Xu Ang è invece il vincitore di Cinema d’Oggi, mentre per Mondo Genere è stato premiatoHaider” di Vishal Bhardwaj.
ROMA/“Fino a qui tutto bene” di Roan Johnson ha ottenuto il Premio del Pubblico BNL per la sezione Fiction di Cinema Italia, mentre il miglior Documentario è “Looking for Kadija” di Francesco G. Raganato.
Gli autori italiani ha ottenuto riconoscimenti anche dagli ‘addetti ai lavori’: il premio TAODUE- Camera d’Oro alla migliore opera prima è andato a Andrea Di Stefano, regista di “Escobar: Paradise Lost” (il film, presentato in Gala è in realtà una coproduzione fra Belgio, Francia e Spagna), e la Menzione Speciale a “Last Summer” di Lorenzo Guerra Seràgnoli (Prospettive Italia). La Giuria (presieduta da Jonathan Nossiter e composta dalla montatrice Francesca Calvelli, Cristiana Capotondi , Valerio Mastandrea e Sydney Sibilia ), ha premiato anche Laura Hastings-Smith produttore di” X+Y “di Morgan Matthews (Alice nella città).
Il premio DOC/IT al Miglior Documentario Italiano è stato assegnato a “Largo Baracche” di Gaetano Di Vaio (Prospettive Italia), mentre “Roma Termini” di Bartolomeo Pampaloni ha avuto la Menzione Speciale.

Nella sezione: News