REGGIO EMILIA/Palomar, ritorno alle origini

Palomar, nota società di produzione (“Montalbano”, “Braccialetti rossi”, e, per il cinema, “Il giovane favoloso”), trasferisce le sue attività in Emilia Romagna e si insedia nel Tecnopolo di Reggio Emilia, ricavato dalla riconversione del complesso industriale delle Ex Reggiane.

Il gruppo inizierà operativamente a maggio, con l’avvio del set di “Volevo nascondermi”, diretto da Giorgio Diritti, che ripercorrerà la tormentata vita del pittore naif Antonio Libague. Le riprese del lm – coprodotto da Rai Cinema – si svolgeranno quasi interamente nel reggiano.

“Per me e per il direttore generale Nicola Serra è un ritorno alle origini”, ha dichiarato Carlo Degli Esposti, fondatore e presidente della Palomar, e emiliano come Serra: “Cercheremo di sviluppare una linea culturale e editoriale basata sul territorio”, ha aggiunto, anticipando che il prossimo passo, dopo il film di Diritti, sarà la realizzazione di un serial televisivo

“Per il nostro territorio – ha commentato con grande soddisfazione l’assessore alla Cultura della Regione Emilia Romagna Massimo Mezzetti – significa avere la possibilità di aprirci a nuove potenzialità, in linea con l’impegno a fare della cultura e della creatività ‘produttori’ di sviluppo”.

Nella sezione: Luoghi&Locations