RAI RAGAZZI/Serie molto serie

Rai Ragazzi arriva al MipTV (e a Cartoons on the Bay, dall’11 al 13 aprile a Torino) con un ricco pacchetto di nuovi titoli che affrontano le più svariate tematiche. Fra questi, spicca “Jams”, la prima serie per ragazzi che parla di molestie sui minori. Dieci episodi già in onda su Rai Gulp da marzo in prima serata, distribuite nel mondo da Rai Com, che raccontano le vicende di quattro ragazzi, amici inseparabili e compagni di scuola in prima media, che, mentre partecipano a un contest di cucina, si trovano ad affrontare un problema che mina la loro spensieratezza. Prodotta da Rai Ragazzi Stand by Me con la consulenza dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, la serie è stata girata con la tecnica del constructed reality, in cui la recitazione è legata all’improvvisazione spontanea, pur seguendo uno script.

“Come già “La stella di Andra e Tati”, il primo film a cartoni animati rivolto ai ragazzi che racconta la Shoah – spiega Luca Milano, direttore di Rai Ragazzi – “Jams” è una “prima”, la prima serie per ragazzi realizzata in Europa in cui si affronta all’interno del racconto il tema di una molestia sessuale. Fondamentale è stato trovare il modo di parlarne. Qui lo si fa legando il tema a un racconto, gli spettatori possono identificarsi nella protagonista e nel suo gruppo di amici”.

© 2018 VIACOM INTERNATIONAL INC. ALL RIGHTS RESERVED.

Andrà in onda sempre su Rai Gulp da metà aprile in prima serata e poi in tutto il mondo “Club 57”, il nuovo live action del gruppo Rainbow, coprodotto con Nickelodeon in collaborazione con Rai Ragazzi, girato tra Miami e la Puglia, con un cast internazionale.
Una serie con una forte ispirazione al musical e ai mitici anni ’50, per trasmettere ai ragazzi di oggi tutta l’energia e i valori di quegli anni.
Fra i nuovissimi progetti in animazione, Rai Ragazzi ha dato luce verde a “Klincus Corteccia”, “Alice &Lewis” e “Il piccolo lupo cattivo” (Tiny Bad Wolf). Klincus Corteccia è un ragazzino orfano che vive in una città costruita sugli alberi. Già protagonista dell’omonima collana di libri edita da Mondadori, Klincus Corteccia avrà la sua versione animata in CGI (26 x 22’) grazie a Showlab di Torino e Grid Animation, già coproduttori della serie Rai “Yoyo”.

Moderna trasposizione di “Alice nel Paese delle Meraviglie”, “Alice & Lewis” segue le avventure di una bambina di 6 anni che ha trovato una chiave magica in grado di aprire la porta verso un mondo parallelo: il Paese delle Meraviglie.
Qui Alice ha conosciuto Lewis, un tenerissimo coniglietto. Nonostante la stramba e collerica Regina di Cuori che regna sul Paese delle Meraviglie, Alice ama andarci a giocare con Lewis e i suoi amici. 52 episodi da 11 minuti realizzati da MoBo, società recentemente costituita da Movimenti Production Studio Bozzetto, e dalla francese Blue Spirit Productions.

“Il piccolo lupo cattivo” è invece la nuova property prescolare della francese Xilam che coproduce insieme a Maga Animation le avventure di questo giovane lupo di nome Lupin che sogna di essere un eroe delle favole.

Fra le serie in arrivo, nel cinquecentenario della morte, non poteva mancare “Leo da Vinci” (52 x 13’, Gruppo Alcuni), sulle avventure dell’artista e scienziato toscano da giovane, “OPS-Orrendi per sempre” (OPS-What a Hopsrible Pack!), 52 episodi da 12 minuti dello Studio Campedelli con Movimenti Production Cosmos Maya su uno strampalato e grottesco gruppo di amici, e l’ottava serie di “Winx Club”, in cui le celebri fatine di Iginio Straffi tornano in 2D con un nuovo look, da metà aprile in prima serata su Rai Yoyo.

Infine, se il “coding” è il programma scolastico più alla moda per i bambini di oggi, anche la Rai ha investito in quello che al recente Kidscreen Summit di Miami è stato definito “the new black”, che va con tutto, estendendosi ben oltre il laboratorio informatico per sostenere linee di giocattoli innovative, nuovi programmi TV e un’ampia varietà di offerte digitali per insegnare ai bambini i primi rudimenti del pensiero logico-computazionale. “Da fine aprile su Rai Gulp andrà in onda il game show “Rob-o-cod” – annuncia Milano – un format originale di 28 puntate di mezz’ora realizzato in collaborazione con il Crits (Centro ricerche in- novazione tecnologica e sperimentazione Rai)”.

Nella sezione: Rivista