PUGLIA/Tre anni per Braccialetti Rossi

Inizieranno a maggio in Salento le riprese del nuovo film di Ferzan Ozpetek “Allacciate le cinture”, prodotto da RC, mentre in giugno arriverà in Puglia Giulio Manfredonia, per girare “Terra Madre”, prodotto da Lumiere.
Sempre in giugno Brindisi e Fasano, ospiteranno le riprese della fiction Rai “Braccialetti rossi”, diretta da Giacomo Campiotti e prodotta dalla Palomar di Carlo Degli Esposti: sei puntate da cento minuti, a cui con tutta probabilità faranno seguito le successive stagioni, visto l’accordo di tre anni per le riprese, che Apulia Film Commission ha chiuso con la produzione. “Braccialetti rossi” è il remake della fortunata serie spagnola “Pulseras rojas”, incentrata sulle vicende di alcuni bambini e ragazzi, tra gli 8 e i 17 anni, degenti in un ospedale pediatrico. La serie spagnola, creata da Albert Espinosa (che è l’autore del romanzo che l’ha ispirata) e diretta da Pau Freixas, è stata un vero e proprio caso in Spagna, e ha attratto l’attenzione internazionale. Diverse le serie televisive che dovrebbero essere girate in Puglia a partire dalla seconda metà del 2013: “Il ritorno” , una coproduzione fra Rai Fiction, Beta, Row boat e ZDF , “Le due leggi”, progetto di mini serie di Rai Fiction , e “Un’altra vita”, serie di 6 puntate prodotta da Endemol per Rai 1, ambientata alle Isole Tremiti.
In autunno torna poi il cinema, con il nuovo film di Daniele Ciprì “La buca”, prodotto da Faro Film e Rai Cinema.

Nella sezione: Luoghi&Locations