Premi alla Berlinale / “Amelie” e “Felicitè”: qualcosa d’italiano

La co-produzione franco-senegalese “Felicitè” di Alain Gomis , insignita dell’Orso d’Argento Gran Premio della Giuria ( in sostanza il secondo premio), ha partecipato all’edizione 2016 di Final Cut in Venice, il progetto che dal 2013 sostiene la post-produzione di film provenienti dai paesi africani e da Giordania, Iraq, Libano, Palestina e Siria , nell’ambito del Venice Production Bridge della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Da segnalare anche la menzione speciale nella sezione Generation kplus per “Amelie rennt”, di Tobias Wiemann , film per ragazzi che racconta di un magico incontro tra due ragazzi: lei di città, lui di montagna.
Prodotto dalla bolzanina helios sustainable films in co-produzione con la tedesca Lieblings Film, è stato girato la scorsa estate in Alto Adige tra l’Alpe di Siusi e la Valle Aurina e sostenuto in fase di produzione da IDM Film Fund & Commission.

Nella sezione: Rivista