MIPCOM /Incontro ravvicinato con le Film Commissions

Questo primo anno e mezzo di lavoro è stato molto elettrizzante per me, il mio è un compito estremamente stimolante: aiutare il processo di ridefinizione dei modelli produttivi reso necessario dai grandi cambiamenti in atto, mettendo assieme idee nuove da ogni parte del mondo e condividendole in un unico posto.”
Così Laurine Garaude, responsabile del settore Televisione del Reed Midem, comunica il suo entusiasmo per un Mipcom la cui edizione 2010 sarà  “molto forte”.
Sempre più focalizzata sulla “nuova era dell’entertainment”, caratterizzata dalla recessione e dai nuovi scenari aperti dalle tecnologie.


Garaude mostra un approccio positivo:
” Sembra che ci sia un rinnovato ottimismo”¦incrociamo le dita! Al MipTv dello scorso aprile c’erano più buyers , e ci aspettiamo lo stesso al MipCom.
Gli operatori sono cauti, stanno ancora “˜soffrendo’, ma si assiste alla nascita di nuovi modelli produttivi, si cercano nuove forme di collaborazione, di produzione a basso costo, e si ricorre sempre più al digitale.
Ci siamo adoperati per aiutare i nostri clienti a trovare vie alternative per il finanziamento delle loro produzioni.”


Garaude cita il Producers Forum inaugurato allo scorso MipTv:
“Lo ripeteremo al Mipcom “” anticipa – dando ancora una volta spazio alle Film Commissions: ci concentreremo proprio sulla loro attività , sui fondi, e sui nuovi incentivi”.


Sono in programma due seminari: nel primo, “Filming in France“, si parlerà  degli incentivi che la Francia concede alle produzioni straniere, che beneficiano di un Tax Rebate del 20% (come “Inception”, “Thereafter”).
Verranno trattate anche case histories specifiche, come quella di “Gossip Girl”; la serie Tv girata a Parigi dalla Warner.
Il secondo panel, “Meet with global Film Commissions” vedrà  invece riunite in un evento di matchmaking molte Film Commission internazionali.
“Per ora non posso far nomi “” è cauta Laurine – ma posso anticipare che Olivier-René Veillon, Direttore di Ile de France Film Commission, sarà  uno dei panelist.
Abbiamo avviato contatti con Italia, Austria, Australia, Irlanda, Malesia, Sud Africa”.

Altro evento in calendario è poi l’Asian Exchange (“un altro frutto dello sforzo di migliorare la comunicazione fra i nostri clienti”)
“Al MipCom “” spiega – abbiamo sempre avuto una forte presenza asiatica, e proprio da loro è arrivata la richiesta di fare questi Screenings, rivolti essenzialmente ai compratori occidentali, che evidenzino i prodotti più esportabili di Giappone, Cina e Corea, soprattutto tv-dramas e format.”


Ma le novità  non finiscono qui.
E protagonista sarà , ancora una volta, la tecnologia.
“Ci sarà  “” continua la responsabile del Mipcom – tutta una sezione dedicata alla rivoluzione dell’I-Pad e alle nuove applicazioni, con screenings per l’I-Pad e per gli Smart-Phones. Ci saranno poi i transmedia screenings, che ci permetteranno di gettare uno sguardo sulle nuove e più innovative forme di storytelling, generate proprio dalla sempre più stretta convergenza fra l’industria televisiva e quello della stampa, della musica, dei videogiochi. Ci concentreremo anche sui nuovi contenuti che nascono dall’influenza dei Social Media”.


Approderà  a Cannes per l’appuntamento di mercato d’autunno anche la vicepresidente di Facebook Europa, Joanna Shields, che sarà  Keynote speaker in”Redefining the Entertainment Experience”.
La Shields parlerà  dei nuovi modelli di business che regolano la produzione di contenuti su Facebook e svelerà  le strategie volte a rafforzare l’intersezione fra televisione e social entertainment.


“Un’altra importante conferenza “” aggiunge Laurine garaude – sarà  quella relativa alla “Connected Experience”, tenuta da Scott Moore, General Manager e produttore esecutivo di MSN e da Geoff Sutton, General Manager di MSN International Media”.
E conclude: “Organizzeremo anche un workshop dedicato a YouTube.”

Nella sezione: Rivista