MEDIA/Occorre una prospettiva regionale

E’ stato comunicato più volte che l’Unione Europea e il programma MEDIA devono includere la prospettiva regionale/sub-nazionale nella sua attività politica! Negli ultimi anni abbiamo notato che quando si parla di “nazionale” non ci sono riferimenti alla cultura “regionale”. Non sappiamo perché ciò accada, ma è preoccupante, specialmente se si tratta di attività iniziate, finanziate e controllate da MEDIA a Bruxelles, come ad esempio i seminari/roadshow di European Film Forum che si sono svolti negli ultimi due anni e, più recentemente, la Consultazione Pubblica/indagine online sulla valutazione di MEDIA: nel questionario il livello regionale è stato totalmente lasciato fuori!
Non c’erano riferimenti al livello regionale/sub-nazionale, ma solo ai fondi nazionali, internazionali ed europei.
Tutto questo nonostante il fatto che: le regioni co-finanziano molti film, training e festival supportati da MEDIA il capitale annuale dei film fund regionali sia il doppio di quello di MEDIA e i MEDIA desk sono ospitati dalla regioni, spesso presso i fondi regionali quindi con il supporto di denaro regionale!
Mi sorprende il fatto che le regioni europee non siano usate come un punto di forza nella politica cinematogra ca dell’Unione Europea. In realtà i film fund delle regioni europee rivestono un ruolo chiave nel promuovere la diversità europea sostenendo film unici e artisticamente interessanti.

Nella sezione: Rivista