La Sinfonia delle Cose mute

  Autore: Bruno Pedretti
Editore: Mondadori
In libreria: settembre 2012
Diritti Cine – Tv:  Agenzia Letteraria Internazionale
Contatto:  Valentina Balzarotti, 02 865445; 02 861572
mail:  balzarotti@aglettinternazionale.it
www.agenzialetterariainternazionale.com
Genere: romanzo
Target: tutti

“Storie il cui destino è segnato, determinato dalla potenza della musica, il linguaggio primordiale dell’umanità che precede e supera le parole.”

 

LA STORIA
Il romanzo, diviso in sue quattro parti che richiamano i movimenti della Nona Sinfonia, presenta una parabola del “mito” di Beethoven e più in generale della “potenza della musica”.
Le quattro parti, strettamente collegate fra loro, si svolgono a Vienna nel giorno dei funerali di Beethoven il 29 marzo 1827, a Tokyo nel 1872, nella Berlino del 1947 e in una città sudamericana agli inizi degli anni 2000. Tra i protagonisti compaiono anche figure storiche come il grande direttore d’orchestra Wilhelm Furtwängler, e le vicende si stagliano vivide su scenari drammatici segnati in diverso modo dalla forza del linguaggio musicale.

L’AUTORE
Bruno Pedretti è nato a Bienno (Brescia) nel 1953. Scrittore e saggista, vive da molti anni a Milano e attualmente insegna all’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana. E’ autore di diversi libri su temi di arte ed estetica, tra cui La forma dell’incompiuto (Utet Università 2007), e ha pubblicato i romanzi Charlotte. La morte e la fanciulla (Giuntina 1998) e Patmos (Marinotti 2008).

PERCHE’ PUO’ DIVENTARE UN FILM
Il libro è un romanzo storico attraversato dalla  presenza della musica nella nostra cultura. E’ una “tetralogia” che può essere oggetto di una trasposizione cinematografica nella sua interezza oppure potrebbe focalizzarsi su alcune delle singole storie che si prestano a diventare film (in particolare, le parti che si svolgono in Giappone e in Sudamerica contengono elementi di forte novità narrativa).

 


Nella sezione: dal libro allo schermo