GENOVA 1/Inaugurato il Cineporto

Alla presenza del sindaco Marta Vincenzi, del presidente della Regione Luguria Claudio Burlando e di numerosi professionisti dell’audiovisivo, è stato inaugurato nello scorso 23 febbraio il Cineporto di Genova. Situato a Cornigliano nella palazzina che un tempo ospitava gli uffici dell’ILVA, è il primo insediamento nelle aree dimesse dallo stabilimento siderurgico.
Il Cineporto “” terzo in Italia in ordine cronologico, dopo quello di Torino e di Bari “” si sviluppa su 1400 mq tra uffici, magazzini, teatro di posa, camerini e sala casting, bar e stanze a uso foresteria.


“Dovrò fare un altro film”, ha detto Silvio Soldini, presente all’inaugurazione assieme al produttore Lionello Cerri, e che a Genova ha girato “Giorni e nuvole” con Antonio Albanese e Margherita Buy.

C’era anche Daniele Vicari, in quei giorni a Genova anche per seguire il processo sulle sanguinose vicende del G8 nel 2001.
Vicari infatti sta lavorando a due film che vedono il capoluogo ligure protagonista: uno, prodotto da R&C, Vivofilm e Minollo film, è “Questa volta dai retta a me: corri”, su Edoardo Parodi, grande amico di Carlo Giuliani, morto sei mesi dopo il G8 di Genova durante una protesta contro il World Economic Forum a Zurigo, l’altro, prodotto da Fandango, è “Diaz”, sull’irruzione della polizia nella sede del Genoa Social Forum. Titoli ancora provvisori, da decidere anche quale dei due film inizierà  per primo le riprese.


Anche la regista italo-finlandese Anne Riitta Ciccone – presente all’inaugurazione – girerà  a Genova il suo corto-trailer, promo del film “Victims”, che verrà  presentato al Festival di Cannes.
Il corto, realizzato in collaborazione con e-motion e Genova-Liguria Film Commission, sarà  realizzato in 3D.
Realizzato da Arte per conto della Società  Per Cornigliano (società  partecipata da Regione Liguria, Provincia e Comune di Genova, e da Sviluppo Italia S.p.A) con un costo complessivo di 850 mila euro, il Cineporto è frutto della collaborazione della partecipata con Genova “” Liguria Film Commission.


 


 

Nella sezione: Libro e schermo