EUROPA/Oltre la metà degli schermi digitali

Meno spettatori al cinema in Europa nel 2011: stando ai dati forniti da  Media Salles alla Berlinale, c’è stato un generale calo nelle ammissioni, dello 0,6% , un po’ più accentuato nell’Europa orientale e mediterranea. In effetti, guardando ai 6 mercati più importanti, ci accorgiamo che il trend non è uniforme, con una crescita in Francia (+4,2%), Inghilterra (+ 1,4%) e Germania (+2,3%) e una decrescita in Italia (-8,5%) Spagna (-5,9%) e Russia (-2,7%).

A questo si accompagna un leggero aumento del prezzo dei biglietti, con le eccezioni di Italia e Irlanda, dove questi sono diminuiti rispettivamente dello 0,6% e del 3%.

Il processo di digitalizzazione delle sale prosegue  spedito e a fine anno è stata superata la soglia del 50% degli schermi digitalizzati,  per un totale di 18.500 schermi (il 79% in più rispetto all’anno passato). Da sottolineare, in ogni caso,  il fatto che il 3D non sia più il fattore determinante di questa crescita.

Resta da scoprire se nel 2012 il modello di business che ha supportato la digitalizzazione dei gruppi più grandi funzionerà anche per quelli più piccoli e per gli esercenti indipendenti.

Nella sezione: News