EUROPA CREATIVA/Prima della Rivoluzione

Con “Europa Creativa (2014 – 2020): il Programma UE per il settore culturale e creativo” (Casa del Cinema il 15 Novembre alle ore 10.00), torna, per il sesto anno consecutivo, il consueto appuntamento con lo European Day .
Europa Creativa, con un budget totale di 1,46 miliardi euro circa, dal 2014 sostituirà i programmi MEDIA, MEDIA Mundus e Cultura. L’obiettivo del Programma è di promuovere la diversità culturale e incrementare l’occupazione nel settore culturale e creativo, in linea con “Europe 2020 Strategy” per una crescita “intelligente, soste- nibile e solidale”.
Europa Creativa comprenderà due sotto-programmi: MEDIA, rivolto all’industria dell’audiovisivo; Cultura, per il settore culturale.
Inoltre, un comune strand cross-settoriale includerà anche un nuovo Fondo di Garanzia.
Lo stanziamento sarà di circa il 56% per MEDIA, 31% per Cultura, 13% per lo strand Cross-settoriale.
Il sotto-programma MEDIA continuerà a sostenere la formazione, lo sviluppo, la distribuzione, gli agenti di vendita, la promozione e i network di sale cinematografiche, con l’aggiunta di nuove azioni finalizzate all’audience building, alla media literacy e alla co-produzione con Paesi che non siano membri del Programma MEDIA o Eurimages.
Questo è lo scenario imminente, che all’evento romano, organizzato da MEDIA Desk Italia e The Business Street, verrà descritto da Michel Magnier, Direttore Cultura e Creatività della D.G. Istruzione e Cultura della Commissione Europea, e Silvia Costa, membro S&D e relatrice del Programma nella Commissione Istruzione e Cultura del Parlamento Europeo.
Prevista anche la presenza di Nicola Borrelli, Direttore Generale per il Cinema del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
L’incontro sarà condotto da Giuseppe Massaro, direttore del MEDIA Desk Italia.

Nella sezione: Rivista