EUFCN/News da

LOCATION/CLINT EASTWOOD A PARIGI
Le riprese del nuovo film di Clint Eastwood “Hereafter”, sono cominciate il 19 ottobre in Francia, ai piedi del Monte Bianco, per continuare poi a Parigi. “Hereafter” intreccia tre storie ambientate a Londra, Parigi e Stati Uniti.
Cecile De France interpreta il protagonista della storia francese, e Mark Damon della parte americana.
Film France ha accompagnato il progetto fin dai primi sopralluoghi in Francia, in luglio.
“Dal nostro punto di vista “” spiega Franck Priot , vicedirettore di Film France “” “Hereafter” rappresenta un caso molto raro, con solamente quattro mesi intercorsi tra i primi contatti e l’inizio delle riprese; la cui data, altra rarità , non è cambiata d’un pollice, poichè era posizionata su di un Festival a Lione! Tutto questo, nonostante ci sia stato un avvicendamento nella produzione, dal momento che il film prodotto da Rob Lorenz e Kathleen Kennedy è passato nella scorsa estate da Dreamworks a Warner.
Le riprese di “Hereafter” continuano in Inghilterra. Il film potrebbe essere uno dei primi a ricevere il sostegno del Trip, il nuovo meccanismo di credito d’imposta del 20% varato quest’anno in Francia.


INCENTIVI 1/PRESTO UN “RIMBORSO” PER CHI GIRA IN AUSTRIA?
L’Austria dovrebbe annunciare entro la fine del 2009 un incentivo alle produzioni straniere che girano nel Paese consistente in un rimborso del 20% della spesa sostenuta sul territorio.
Arie Borher, direttore di Location Austria, la Film Commission austriaca, indica che il meccanismo previsto somiglierà  al DFFF tedesco.
Un finanziamento da 10 a 15 milioni di euro sarà  disponibile fino ad esaurimento dell’importo.
” L’Austria offre infrastrutture adeguate”” ha spiegato Arie Bohrer “” e questo nuovo meccanismo aumenterà  significativamente il numero delle coproduzioni”.
L’Austria accoglierà  presto le riprese di “Knight & Day” con Tom Cruise e Cameron Diaz, diretto da James Mangold per Twentieth Century Fox.


INCENTIVI 2/ANCHE LA REPUBBLICA CECA VOTA IL SUO TAX REBATE
Il governo del primo ministro Jan Fisher ha previsto nel suo bilancio 2010 un finanziamento di 400 milioni di corone ( 23 milioni di euro) per un incentivo destinato alle riprese di produzioni straniere in Cecoslovacchia.
Il meccanismo entrerà  in vigore dal 1° gennaio, ma dovrà  essere prima approvato dalla Commissione Europea.
Per poter usufruire dei benefici della legge (un sostegno equivalente alle spese sostenute nella Repubblica Ceca) le produzioni dovranno dimostrare l’esistenza di un legame tra il film e il paese ospite, attraverso una sorta di “pagella culturale”, come accade negli altri paesi europei.
L’iniziativa mostra chiaramente che “Il Governo considera l’industria cinematografica ceca un settore essenziale dell’economia del paese”, commenta Ludmilla Claussova, direttrice della locale Film Commission.

Nella sezione: Libro e schermo