DOC/Visioni dal Mondo: titoli e novità

Oltre 30 film e interessanti novità vanno a comporre la 3° edizione di Visioni dal Mondo, Immagini dalla Realtà, il festival del cinema del reale che si terrà a Milano dal 5 all’8 ottobre prossimi.

Nuova è la collaborazione con Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, nuova è la sede in viale Pasubio 5 a Milano, che si aggiunge ai luoghi del Festival oltre alla suggestiva location dell’UniCredit Pavilion, dove verranno presentati in anteprima alcuni documentari per la Sezione Panorama Internazionale.

Altra novità è l’ omaggio al festival Hot Docs di Toronto,  con la proiezione, all’interno della sezione Panorama Internazionale, di una selezione di produzioni canadesi presentate alla 24° edizione del festival.

Ospite d’onore sarà quest’anno Leonardo Di Costanzo che terrà la masterclass “Dal film documentario al cinema del reale”, in programma domenica 8 ottobre, e riceverà il Premio Visioni dal Mondo, Cinema della Realtà 2017

Il Festival, organizzato da UniCredit Pavilion e dalla società di produzione Frankieshowbiz, con la direzione organizzativa di Francesco Bizzarri e  la direzione artistica di Fabrizio Grosoli, presenta 12 titoli selezionati per il concorso Storie dal mondo contemporaneo, 10 titoli internazionali in anteprima italiana e 10 titoli fuori concorso della migliore produzione cinematografica italiana contemporanea.
La sezione dedicata all’Industry Visioni Incontra presenterà 15 progetti documentari work in progress in cerca di finanziamento finale, preacquisto o distribuzione a un parterre di professionisti del settore.

In  Panorama Internazionale passeranno, in anteprima italiana, lungometraggi dedicati a temi di attualità mondiale, diretti da autori di fama: “A Better Man” di Attiya Khan e Lawrence Jackman, “Accidental Anarchist” di John Archer e Clara Glynn, “Brexitannia” di Timothy George Kelly, “Il senso della bellezza” di Valerio Jalongo, “In the Name of all Canadians” di Vivian Belik, Jennifer Bowen-Allen, Patrick Reed, Andréa Schmidt, Ariel Nasr, Aisha Jamal, Karen Chapman, Jérémie Wookey, Annick Marion, Janelle Wookey, Khoa Lê, “Pre-Crime” di Monika Hielscher e Matthias Heeder, “RUMBLE – Il grande spirito del rock” di Catherine Bainbridge e Alfonso Maiorana, “Taste of Cement” di Ziad Kalthoum, “The Last Animals” di Kate Brooks, “Rancher, Farmer, Fisherman” di Susan Froemke e John Hoffman.

Per la sezione Panorama Italiano Fuori Concorso, in collaborazione con Rai Cinema, Rai Cultura e Istituto Luce-Cinecittà, in programma, oltre alle opere di Leonardo Di Costanzo, la proiezione di alcune delle produzioni di film documentari più significativi: “Alla ricerca delle radici del male” di Israel Moscati e Piero D’Onofrio, “Italiani-Elio Fiorucci” di Ai Nagasawa, “Ibi” di Andrea Segre, “Il Club dei 27” di Mateo Zoni e “Uno sguardo alla terra – Part. 1” di Peter Marcias.

Cuore del 3° Festival Visioni dal Mondo, Immagini dalla Realtà, sarà il concorso Storie dal mondo contemporaneo, rivolto ai giovani cineasti italiani, che vedrà la proiezione in anteprima assoluta di 12 titoli.Concorreranno al  Premio UniCredit Pavilion di 5.000 euro, al Premio UniCredit Pavilion Giovani di 2.500, al Riconoscimento Rai Cinema, che prevede l’acquisizione dei diritti televisivi per le Reti Rai.

I titoli in concorso: “Eat me” di Filippo Biagiati e Ruben Lagattolla, “Escape for freedom” di Emanuela Gasbarroni, “Immondezza” di Mimmo Calopresti, “La verità non basta” di Mon Ross e Favio Fisher, “L’Oro dei giorni” di Léa Delbès, Federico Frefel, Greta Nani, Michele Silva, “Non ho l’età” di Olmo Cerri, “Punishment Island” di Laura Cini, “Rosignano Solvay – La fabbrica che si fece giardino” di Gabriele Veronesi e Federico La Piccirella, “Shadowgram” di Augusto Contento, “Sulla stessa barca” di Stefania Muresu, “Volturno” di Ylenia Azzurretti, “Waiguoren – Il valore aggiunto dell’ignoranza” di Manuela Bockstaele e Erica Piccatto.

La sezione Industry Visioni Incontra, riservata agli operatori del settore e coordinata dalla sceneggiatrice e  story editor Cinzia Masòtina, si svolgerà nei giorni 5 e 6 ottobre.

Sono stati selezionati 15 i progetti documentari italiani, ancora nella fase work in progress e in cerca di finanziamenti, che  saranno presentati a editor televisivi, circuiti cinema, piattaforme,produttori indipendenti, distributori, acquisition manager, sales agent e direttori di festival. Inoltre concorreranno al premio “Visioni Incontra Migliore Progetto Documentario”, offerto dalla società di produzione Frankieshowbiz, del valore di 2.500 euro.

I progetti sono: “Chiuso fuori” di Chiara Brambilla, “Entierro” di Maura Morales Bergmann, “Essere Don Elvis” di Paolo Cammarano e Federico Minetti, “Gli ultimi butteri” di Walter Bencini, “Il Lavaggio” di Tomaso Mannoni, “Il lavoro sono io” di Federico Massa e Raffaele Pizzatti Sertorelli, “Io sono Awet/I am a filmaker” di Resy Canonica, “Jullay” di Nicolò Bongiorno, “La regina di Casetta” di Francesco Fei, “La scelta” di Giovanni Calamari, “Landscapes of end” di Francesco Mattuzzi, “Nasim e la montagna” di Francesca Borghetti, “Never whistle alone” di Marco Ferrari, “Uncut” di Simona Ghizzoni e Emanuela Zuccalà, “Uno spazio bianco” di Augusto Contento.

Visioni Incontra proporrà inoltre momenti di approfondimento, come il workshop “Il Festival di Hot Docs, filosofia, mission, storia e rapporti con produttori, finanziatori e registi” con relatore Chris McDonald, Presidente di Hot Docs; il panel “Coprodurre Oltralpe. Opportunità, modalità e case history”in collaborazione con RSI Radiotelevisione svizzera”; il panel “La Nuova legge Cinema diventa operativa. I decreti attuativi: novità e opportunità per il cinema del reale” in collaborazione con il MiBACT.

Nella sezione: Rivista