Cinema&Video International alla 62° Berlinale

MIPTV/Dedicato ai Produttori

La direttrice Laurine Garaude anticipa le novità della prossima edizione, a Cannes dall'1 al 4 aprile.

di Carolina Mancini

Più tempo da dedicare alla visione e alla presentazione di nuovi contenuti (dai format alla fiction) e un programma molto intenso ed esteso per i produttori: questa è l’ evoluzione del Miptv, il mercato dell’entertainment che si svolgerà a Cannes dal 1 al 4 aprile.

Ce ne parla Laurine Garaude, direttrice della divisione televisiva del Reed Midem, iniziando dai due giorni che precedono il mercato vero e proprio, e che racchiudono alcune delle novità più importanti.
Innanzi tutto il lancio di MipCube: “due giorni di networking di alto livello che vedrà riuniti gli ‘architetti del futuro’, cioè gli attori principali del nuovo ecosistema televisivo, produttori, studios e broadcasters, rappresentanti delle nuove tecnologie, dei social media, dell’advertiment e i nuovi start up.
Il focus sarà sulle innovazioni tecnologiche e di contenuto che avranno maggiore impatto sull’industria televisiva di domani.”
Si tratta di un’evoluzione di Connected Creativity, che nello scorso anno si svolgeva durante il Mercato:
“ Ci siamo resi conto che i nostri clienti sono molto impegnati nel business durante il Mip, abbiamo quindi pensato di anticipare questa fase, più di ricerca”.
Novità anche nelle altre due sezioni che precedono il MipTv, il MipDoc, dove “verrà data grande attenzione alla coproduzione per il finanziamento di nuovi documentari e factual programmes, con il programma International Pitch, per la prima volta aperto al Crowdfunding” e i MipFormats, con il New Talent Pitch, e il suo nuovo partner, Warner Bros, che finanzierà con un fondo di sviluppo di 25 mila euro il progetto di format vincitore.
“Abbiamo messo a punto un programma molto ricco e pratico, -continua Garaude, - che si organizzerà secondo due orientamenti principali: quello dei buyers, che aiuteremo nella loro ricerca di nuovi programmi attraverso gli screenings e la nostra digital library, e quello dei produttori, con sezioni dedicate alla realizzazione dei pitch, delle Bibbie, match-making con i buyers delle compagnie più importanti e con gli esperti di Russia, Cina e Giappone, che li aiuteranno a capire come vendere i format e come lavorare con i loro paesi. “

Ulteriore testimonianza dell’importanza sempre maggiore riservata al mondo della produzione, è stata l’introduzione, da quest’anno, di una quota speciale (675 euro) per i produttori che partecipano al MipTv per la prima volta.
Sarà allestito anche un Producers’Hub, un’area dove si terranno workshops e i produttori potranno organizzare i loro meeting e le loro attività di networking “Drama Copro X Ch’ange” sarà un nuovo spotlight, dedicato alle coproduzioni nella fiction.
Prevede un summit ‘a porte chiuse’ a cui parteciperanno i più importanti boradcaster commissioners coinvolti nella produzione di fiction, e un programma aperto a tutti, con case studies sulle coproduzioni internazionali di maggior successo, un focus sulle coproduzioni scandinave e una sezione dove i commissioner discuteranno delle loro strategie di programmazione di fiction.”
“ Prevediamo un’edizione molto dinamica – conclude Garaude – potendo contare sulla partecipazione dei più importanti players internazionali”. Accresciuta la richiesta di spazi espositivi, prossimi al sold out, è prevista l’affluenza di oltre 11.500 professionisti provenienti da 100 paesi, con circa 4 mila buyer.
Conferme dall’Italia presente con RAI, Mediaset, Mondo Tv, Rainbow, Finzioni, oltre alle società raccolte nell’Italian Pavilion, l’ombrello organizzato da APT.
New entries: Atlantyca e Panini.



Cinema&Video International, gennaio-febbraio 2012
Copyright - Editore Impact di Paolo Di Maira - Tutti i diritti riservati
Copyright - Editore Impact di Paolo Di Maira - Tutti i diritti riservati