L’ATTESA


Esercenti e distributori si riuniscono a Riccione, per la sesta edizione di Cinè, accompagnati dallo straordinario risultato dei primi sei mesi in sala: nel periodo 1 gennaio-19 giugno 2016 si sono incassati, nel campione Cinetel, 372 milioni di euro, +15,06% rispetto all’analogo periodo 2015, +24,80% rispetto al 2014. Si sono venduti 57 milioni di biglietti, +15,56% rispetto al 2015, +20,57% rispetto al 2014. La crescita è stata in gran parte determinata dal balzo della quota di mercato del cinema italiano che passa dal 22,35% del 2015 al 38,31% di quest’anno (dati relativi al medesimo periodo: 1 gennaio-19 giugno). Merito soprattutto di un film: “Quo Vado?” di Checco Zalone, che da solo ha incassato oltre 65 milioni di euro, poco meno della metà di quanto hanno incassato tutti i film italiani (circa 142 milioni) e poco meno dell’incasso di tutti i film italiani nello scorso anno (quasi 72 milioni di euro complessivi). Ma non c’è solo Zalone: ad innalzare la quota ha contribuito anche “Perfetti sconosciuti” che con oltre 17 milioni di euro d’incasso si è piazzato nella top ten subito dopo “Quo vado?”. Situazione ben diversa dallo scorso anno, quando bisognava scendere al quinto posto per trovare l’unico titolo italiano in top ten : “Si accettano miracoli” con 15 milioni e mezzo di euro.