L’ITALIA A CANNES 2018/ La crescita felice

Ottima performance del cinema italiano al 71esimo Festival di Cannes, con un doppio premio nella sezione principale e altri due nelle sezioni collaterali.

Infatti, anche se la Palma d’oro è andata al giapponese Shoplifters” di Kore-eda Hirokaz, l’Italia porta a casa il premio come miglior attore protagonista a Marcello Fonte, interprete di “Dogman” di Matteo Garrone, e il premio per la miglior sceneggiatura a Alice Rohrwacher per “Lazzaro Felice”.

Riconoscimenti prestigiosi alla Quinzaine Des Réalisateurs:Troppa grazia” di Gianni Zanasi , ha ottenuto il Label di Europa Cinémas, il premio degli esercenti europei che promuove l’uscita del film nei vari Paesi grazie al circuito di Europa Cinémas, mentre “La strada dei Samouni” di Stefano Savona con le animazioni di Simone Massi, ha vinto il premio Oeil d’Or come miglior documentario.

Cannes 2018 è stata un successo della linea editoriale di Rai Cinema, partecipe produttivo in tutti i titoli premiati: “Un anno eccezionale che rimarrà a lungo nella nostra memoria – ha commentato Paolo Del Brocco amministratore delegato di Rai Cinema – per le emozioni vissute accanto ai nostri autori e ai produttori, con i quali condividiamo la gioia e la soddisfazione di questi riconoscimenti così prestigiosi”.

Il 2018 verrà ricordato come un anno eccezionale anche perchè finalmente, dopo molti anni, un titolo premiato a Cannes – “Dogman” di Matteo Garrone – è venduto nel mondo da una società italiana, Rai Com. E’ un bel segnale: i pezzi del cinema italiano cominciano a ricomporsi?

Nella sezione: News