CALABRIA/Mainetti in Sila

A un anno di distanza dalle lavorazioni della serie internazionale televisiva “Trust” diretta da Danny Boyle, ancora una volta il Parco Nazionale della Sila è stato protagonista delle riprese del nuovo lungometraggio di Gabriele Mainetti, “Freaks Out”, ambientato nel 1943, con protagonista Claudio Santamaria, prodotto da Lucky Red e Goon Films con Rai Cinema, in coproduzione con Gapfinders (Belgio).
Il soggetto originale è di Nicola Guaglianone e la sceneggiatura è scritta a quattro mani dallo stesso Guaglianone con Gabriele Mainetti.
A firmare le musiche, Michele Braga con Gabriele Mainetti. Nel cast, anche Aurora Giovinazzo, Pietro Castellitto, Giancarlo Martini, con la partecipazione di Giorgio Tirabassi, il cosentino Max Mazzotta, Franz Rogowski.
Le riprese si sono svolte a Roma e in Calabria per 12 settimane e proseguiranno ancora in Sila nel mese di settembre. Le locations calabresi sono state i territori dei comuni di Spezzano della Sila (Camigliatello Silano) e i Casali del Manco (località Tre Pini). Sono state coinvolte sul set più di trenta maestranze qualificate calabresi così come attori e comparse locali.

Nel film, realizzato anche con il sostegno di Calabria Film Commission, è stato utilizzato anche il suggestivo trenino a vapore, che il direttore generale di Ferrovie della Calabria Giuseppe Lo Feudo, definisce “una vera e propria star del cinema. Siamo felici che il nostro treno storico, rilanciato due anni fa, sia attrattore per importanti produzioni cinematografiche. Una scommessa, quella di rimettere su binario il treno della Sila, su cui ha puntato la Regione Calabria. Siamo a completa disposizione del territorio e ci auguriamo che iniziative come queste si moltiplichino. Operazioni importanti per rilanciare il nostro turismo e la nostra economia”.

Nella sezione: Luoghi&Locations