BREAKFAST&BOOKS 2/Verso Francoforte

Breakfast&Books è realizzato fin dalla sua prima edizione in collaborazione con la Fiera del Libro di Francoforte.
Ll’appuntamento di ottobre è per noi un momento preparatorio a Breakfast&Books, dove iniziamo a dialogare con gli editori, -dice Sonja Heinen, direttrice del Coproduction Market della Berlinale-ogni anno,ad esempio, organizziamo una cena dove facciamo in modo che editori e produttori si siedano a fianco e inizino a confrontarsi. Chiaramente quello di Francoforte è un evento molto più vasto, il nostro è più targettizzato.”

 

Tuttavia, dal 2010, l’attenzione della Fiera di Francoforte alla creazione di un terreno comune fra editoria e cinema ha avuto un nuovo impulso, e sta crescendo ancora, sotto la spinta di altri attori dell’industria, sempre più affamati di contenuto.
Risponde a questa esigenza Frankfurt Sparks, il nuovo progetto lanciato nel 2010 all’interno della Fiera di Francoforte.
Spiega la responsabile, Britta Friedrich:
“Abbiamo capito che questa piattaforma, dedicata all’industria editoriale e cinematografica, doveva aprirsi a tutta l’industria dei media e dell’entertainment, e a tutti coloro che ricercano contenuti di qualità , quindi chiaramente anche l’industria dei games, della musica, delle nuove tecnologie (cosa sarebbero i nuovi devices come I-pAd o I-Phone senza contenuto?)”.
Frankfurt Sparks comprende Hot Spots, (piattaforme strategicamente dislocate negli spazi della Fiera che ospitano le ultimissime soluzioni tecnologiche connesse al mondo dell’editoria) e Frankfurt Storydrive, due giorni di conferenze dedicate all’incontro fra i contenuti più promettenti e i nuovi formati dello storytelling, a cui hanno partecipato i professionisti creativi provenienti da tutte le industrie dell’entertainment.
“Quest’anno all’interno di Frankfurt Sparks sarà  integrato anche il programma Content for Films, con un focus speciale sulla convergenza fra cinema, editoria e game industry: l’attenzione sarà  puntata sui finanziamenti, sui diritti e le licenze, il management e lo storytelling nelle produzioni cinematografiche e crossmediali.” Conclude Friederich.

Nella sezione: Libro e schermo