BORDEAUX/Cinque italiani a Cartoon Movie

LEGGI ANCHE:

MIAMI/Cresce l’interesse per il KidScreen Summit

La nuova edizione di Cartoon Movie, dal 5 al 7 marzo a Bordeaux, sarà ancora una volta l’occasione per fare il punto sullo stato dell’animazione europea. Oltre 60 titoli – per lo più in fase di ideazione o sviluppo – nella lineup del principale forum di co- produzione per l’animazione di lungo formato europea che presenta anche cinque progetti italiani, incluse due coproduzioni franco-italiane.

Dopo aver segnato la (ri)nascita dell’animazione tv con la serie “Lupo Alberto”, il decano dell’animazione italiana Pietro Campedelli, fondatore dello studio che porta il suo nome e dell’associazione Cartoon Italia, si lancia nel lungometraggio insieme a Cartobaleno, giovane studio toscano con il quale ha recentemente prodotto la serie “Atchoo!”.
“Prendiluna”, protagonista una maestra in pensione, alla quale un gatto fantasma chiede di consegnare dieci mici a dieci Giusti, è il progetto tratto dall’omonimo romanzo di Stefano Benni, autore già tradotto felicemente in animazione con “La compagnia dei Celestini”, libro divenuto una serie tv di successo internazionale.
A dirigere il film sarà Christian De Vita, regista dei “Superpigiamini”, serie di Rai Yoyo Disney Junior che i genitori conoscono a memoria visto il successo dei PJ Masks presso i bambini, non solo italiani.
Nato e cresciuto a Roma, De Vita ha da tempo lasciato la Capitale e collaborato con registi come Wes Anderson e Tim Burton, fino ad arrivare allo studio TeamTo di Parigi, dove dirige i “Superpigiamini”, avviati verso la terza stagione.

Altro progetto family è “The Tree of Ears” di Juan C. Concha Riveros che Small Boss, una nuova realtà di produzione audiovisiva con base a Parma e Barcellona, presenta insieme a partner inglesi, tedeschi e spagnoli.
La storia di un disco d’oro contenente tutta la musica del mondo lanciato nello spazio dalla Nasa nel tentativo di comunicare con altre forme di vita. Ancora un progetto per un pubblico adulto dalla factory napoletana Mad Entertainment, insieme a Rai Cinema: “The Walking Liberty”, nuovo progetto di Alessandro Rak su due spiriti liberi della giungla che si sforzano di trovare il loro posto nel mondo.

C’è un po’ di Italia anche nel progetto in sviluppo “No Dogs or Italians Allowed”. Un film in stop- motion di Alain Ughetto, autore con radici nel documentario, già candidato agli European Film Awards 2013 per il miglior film di animazione con “Jasmine”. Il film, che si avvale del sostegno della Regione Piemonte e ispirato alla vita del nonno del regista, un piemontese fuggito in Francia all’epoca del Fascismo, è coprodotto da Graffiti Film, società di Torino, attiva nella produzione di documentari storici.

Infine, dopo numerosi cortometraggi a passo uno premiati nei migliori festival internazionali, l’animatore marchigiano Simone Massi debutta nei lunghi con “Tre infanzie”. Storia di tre generazioni che parte nel 1918 sugli Appennini marchigiani e termina sessant’anni dopo, passando per il bombardamento delle stesse campagne nel ‘43. Una coproduzione franco-italiana della società di produzione romana Minimum Fax Media, supportata dal MiBAC.

Nella sezione: Rivista