BOLOGNA/Omaggio ai Brustolein

Quante sale cinematografiche non esistono più a Bologna? Chi le gestiva? Chi ci andava, e cosa rappresentava il cinema in sala per tutti coloro che dal dopoguerra lo frequentavano assiduamente e sono stati testimoni della sua parabola che ormai da tempo ha imboccato la fase discendente?

A tutte queste domande cerca di dare una risposta “Old Cinema-Bologna Melodrama”, documentario diretto da Davide Rizzo nel 2011, che, dopo aver guadagnato il titolo di “Miglior Film” a “DocUnder30” e la menzione speciale a “I’ve seen films” nel 2011, quest’estate ha vinto “Arkipel”, il festival di documentari di Jakarta.Realizzato nel 2011, prima dell’omonimo progetto trentino, anche l’”Old Cinema” bolognese parte da una mappatura della città di Bologna, alla ricerca delle vecchie sale cinematografiche della città ormai chiuse.

“Il progetto è nato nel 2007 da un’idea di Pierluigi De Donno e Davide Rizzo: volevamo analizzare il rapporto delle sale con i cittadini che le hanno vissute e ne hanno vissuto il declino: per questo il racconto è fatto dagli anziani, ex esercenti e pubblico”, spiega Alessandra Cesari, organizzatrice generale del progetto e produttrice associata per la Elenfant, associazione culturale bolognese.

A supporto di “Old Cinema”, la Elenfant ha prodotto poi “Brustolein”, “un sottoprogetto” nato mentre lavoravamo al documentario, e prodotto assieme a Freim e Maxman Coop con il prezioso contributo del Gruppo Hera (14.000 euro, che si aggiungono ai 2.500 euro di contributo della regione Emilia Romagna).  Abbiamo preso le interviste più caratteristiche ricavandone 13 pillole.”
Il titolo è un ulteriore omaggio al cinema di una volta: i brustolein in dialetto bolognese sono i semi di zucca che si sgranocchiavano in sala.

“Queste puntate erano finalizzate a una distribuzione in sala prima dei film, un po’ come il carosello di una volta, e servivano poi anche come promozione e lancio del documentario vero e proprio, – continua Cesari.- Hanno fatto il giro dell’Emilia Romagna attraverso il circuito Doc in Tour, la Cineteca di Bologna (che ci ha supportato anche per “Old Cinema”) le ha inserite nella rassegna “Sotto le Stelle del Cinema”, prima dei film della retrospettiva su Sergio Leone.
Poi sono state prese, tutte e 13 insieme, al Torino Film Festival, nel 2010, e programmate prima del film di Monicelli “Risate di Gioia”.

“Old Cinema” sarà proiettato nuovamente a Bologna il 2 novembre, come tappa dell’itinerario “Cinemacittà: vita e relitti dei grandi cinematografi cittadini”, uno dei percorsi di Trekking Urbano Bologna 2013.

Nella sezione: Rivista