ANTICIPAZIONI/ I Film del 2007

di Marco Spagnoli


Animazione, sequel e remakes, ma anche grandi film d’autore caratterizzano le uscite dei primi sei mesi del 2007. Un’annata cinematografica all’insegna delle franchises che tra Dvd e merchandising rappresentano un investimento dai ritorni più o meno sicuri per i produttori.


Meglio ancora quando con “Shrek 3” (Paramount “” DreamWorks), in uscita il 31 agosto, si riescono a combinare due elementi di successo come la serialità  e l’animazione. In questo senso va letta la rivoluzione della stagione estiva 2007 che non solo è forte come nessun’altra prima, ma “” soprattutto “” rappresenta uno dei periodi più importanti dell’anno dal punto di vista delle uscite.



Il 4 maggio esce “Spider-Man 3” (Sony), il 23 maggio “Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo” (BVI), l’8 giugno “Ocean’s 13” (Warner), il 15 “I fantastici quattro 2” (Fox), il 22 “Un’impresa da Dio”, di Tom Shadyac seguito di “Una settimana da Dio” con Steve Carrell al posto di Jim Carrey e con Morgan Freeman (Universal). Il 6 luglio arriverà , poi, una mega produzione (l’unica non sequel ad uscire d’estate) di Steven Spielberg per la regia di Michael Bay “Transformers”.
Ancora, il 13 luglio è previsto l’arrivo in sala del quinto capitolo delle avventure cinematogra fiche del maghetto di Hoghwarths: “Harry Potter e l’ordine della Fenice” (Warner).


Oltre a questi tentpoles, la stagione estiva è carica di titoli potenzialmente molto interessanti: “Zodiac” (Warner) di David Fincher anch’esso in predicato per Cannes, “Le colline hanno gli occhi 2” (Fox), il remake americano di “Ricette d’amore”, “No reservations” con Catherine Zeta-Jones, e “Lucky You” di Curtis Hanson con Eric Bana, Drew Barrymore, Robert Duvall, Debra Messing (Warner.) “Funeral Party” di Frank Oz (“In & Out”), “Maradona – El pibe de oro” (BIM), di Emir Kusturica. 01 distribuirà  l’11 maggio quello che “” in un certo senso “” può essere considerato come un altro sequel: “Sicko”, il nuovo film che il regista Michael Moore ha dedicato allo sfascio della sanità  privata americana nell’era di George W.Bush.


Da segnalare che il 1° giugno Buena Vista International farà  uscire il film d’animazione targato Disney Animation “I Robinson “” una famiglia spaziale” “Questo titolo importantissimo per il nostro listino doveva uscire originariamente a marzo come negli altri paesi.” Sottolinea il Direttore Generale di Buena Vista Paul Zonderland “Poi, però, abbiamo preferito distribuirlo d’estate in modo da creare un nuovo slot per il cinema d’animazione nel periodo di fine delle scuole. L’alto numero di titoli animati ci obbliga a cercare sempre nuovi periodi all’interno dell’anno e l’estate è uno di quelli che dobbiamo riuscire a conquistarci.”


La nuova produzione Pixar Animation “Ratatouille” diretto dal regista de “Gli Incredibili” Brad Bird uscirà  il 19 ottobre, a solo una settimana dal nuovo film d’animazione della nuova società  Sony Pictures Animation: “Surf ‘s Up!” Tra gli altri titoli d’animazione da tenere d’occhio “Arthur e il popolo dei Minimei” (01) e “Barnyard “” Il cortile” (Paramount) in uscita a febbraio, seguiti a marzo da “Asterix e i Vichinghi” (DNC) “Tales from Earthsea” di Goro Miyazaki (Lucky Red) e a settembre da “I Simpson”.

A Natale 2007 spicca “Bee Movie” il nuovo film prodotto da DreamWorks. Sulla carta il 2007 riserva importanti sorprese; si inizia subito il 5 gennaio con due attesissimi sequels incentrati su delle vere e proprie icone cinematografiche: “Rocky Balboa” e “007 Casino Royale” (Sony), ventunesimo capitolo della saga iniziata nel 1961 con “Dalla Russia con amore”. “Questo film rappresenta un prequel all’intera franchise.” Spiega Paulo Simoes, Direttore Generale di Sony Pictures Releasing “Lo 007 che vediamo sullo schermo è più adatto ai nostri tempi. Non è una sorta di “˜macchina’ alle prese con il solito maniaco che vuole distruggere il mondo con un bottoncino, ma una persona vera che è pronta a combattere per i valori in cui crede.” In questo senso Simoes si dice molto più fiducioso per la riuscita del film nel nostro paese. “Un nuovo attore più rough e adatto ai nostri tempi dovrebbe farci ottenere un risultato sul territorio italiano più in linea con quello di altri paesi europei.”



A febbraio esce, invece, quella che per Paramount distribuita da Universal è una vera e propria scommessa: “Dreamgirls” diretto da Bill Condon e con protagonisti Eddie Murphy, Beyoncé Knowles e Jamie Foxx “E’ un film fantastico e un musical travolgente.” Dice il direttore generale di Universal Richard Borg “Uscito in America a dicembre da noi arriva il 16 febbraio in piena febbre da Oscar Season.”
Diretto dal grande talento Michael Bandit, tra le prime vittime dell’Aids negli anni Ottanta, il musical originale è stato tenuto “˜protetto’ per lungo tempo dal suo produttore David Geen (co-fondatore di Dreamworks) che non voleva cederne i diritti fino a quando non fosse stato sicuro che la versione cinematografica sarebbe stata rispettosa del lavoro originale e all’altezza della reputazione dello show. “Geen ha capito che questo era il momento giusto per un film ispirato allo spettacolo.” Continua Borg “Anche per la possibilità  di riunire insieme questi grandi talenti “˜nati’ per interpretare le parti dei protagonisti.” La trama vede Jamie Foxx nei panni di un venditore di auto che si rivela essere un imprenditore di talento nel campo della scena musicale di Detroit. Un visionario capace di fare arrivare la musica nera nella cultura bianca mainstream, dando vita ad un gruppo vocale di ragazze chiamato Dreamettes che prima accompagnano il personaggio di Eddie Murphy ispirato a James Brown, per poi iniziare una straordinaria carriera da sole.


Grande attesa anche per “Borat” in uscita “” per il momento ai primi di marzo “” ma che potrebbe essere anticipato. “E’ un film unico che ha smosso capi di Stato, mandando le folle in delirio e facendo letteralmente impazzire la stampa.” Rileva Alberto Pasquale, direttore generale di Twentieth Century Fox “Una pellicola insolita che ha preso il mondo del cinema alla sprovvista diventando un vero e proprio fenomeno di culto in tutto il pianeta.” In Italia il film verrà  doppiato e la Fox sa bene quanto questo doppiaggio possa rivelarsi “˜pericoloso’ per un film dall’umorismo così peculiare. “Il doppiaggio è stato molto curato ed è perfettamente in linea con lo humour di Sacha Baron Cohen che peraltro ha approvato la voce italiana che gli è stata proposta.” Molto ricco il listino della Fox, uno degli esempi perfetti delle tendenze dell’anno: da un lato piccoli film d’autore di grande interesse come “Diario di uno scandalo” con Cate Blanchett e “Il destino nel nome” di Mira Nair, “Last king of Scotland”, “L’albero della vita” con Hugh Jackman, dall’altro grandi produzioni come “Sunshine” di Danny Boyle e “I Fantastici Quattro 2”.


Stessa tendenza la ritroviamo nel robusto listino della Warner Bros, tra i più forti del 2007. “Anche quest’anno abbiamo la fortuna di avere un listino molto variegato e ricco di titoli che vanno da “Letters from Iwo Jima” di Clint Eastwood a “Zodiac” di David Fincher, da “Blood Diamond” con Leonardo DiCaprio ai thriller “The Reaping” con Hilary Swank e “The visiting”, remake de “L’invasione degli ultracorpi” con Nicole Kidman”, sottolinea il direttore marketing Nicola Maccanico “‘The Good German’ e “Ocean’s 13″ di Steven Soderbergh, diretti entrambi dallo stesso talentuosissimo autore, evidenziano come si possono coniugare la grande qualità  con l’intrattenimento, accentuando l’intensità  delle emozioni da un lato e la spettacolarità  delle situazioni dall’altro.”
Una grande scommessa per la società  guidata da Paolo Ferrari è data da “300”. Dopo “Sin City” e “V per Vendetta”, un altro romanzo grafico dell’autore di culto Frank Miller viene adattato per il grande schermo. Il regista de “L’alba dei morti viventi” Zack Snyder – in attesa di dirigere “Watchmen” – firma quella che si preannuncia come una delle pellicole più interessanti della prossima stagione. “300”, in uscita in Italia il prossimo aprile interpretato da Gerard Butler, Lena Headey, David Wenham, unisce la spettacolarità  dello stile di Snyder alla forza sensuale ed immaginifica del tratto di Miller. Il film è ispirato alla sanguinosa battaglia delle Termopili in cui si narra che trecento guerrieri spartani scelti, guidati dal Re Leonida fermarono e distrussero un esercito composto da un milione di soldati persiani guidati dall’imperatore Serse.


Cinema&Video International 11/12-2006

Nella sezione: Senza categoria