ANIMAZIONE/Tutte le novità  di Cartoon Forum 2009

di Monica Tasciotti


Varie le novità  intorno al Cartoon Forum, evento organizzato dall’associazione Cartoon di Bruxelles e promosso dal Programma Media, dove da vent’anni si riunisce il gotha dell’animazione europea alla ricerca di nuovi cartoni per la tv.


In previsione dell’edizione di Stavanger, Norvegia, dove si terrà  quest’anno dal 22 al 26 settembre, Cartoon Italia, associazione delle imprese del settore, ha ideato una sorta di “pre-forum” ospitato dalla Provincia di Roma lo scorso marzo.
Una giornata in cui ai broadcaster italiani presenti sono stati mostrati in anteprima 10 nuovi progetti di serie animate degli associati.
Cinque fra questi sono stati scelti per il prossimo Cartoon Forum con le consuete modalità : un comitato europeo di selezione dove, seconda novità , da quest’anno è entrato Alfio Bastiancich, già  direttore di Cartoons on the Bay:
“Di 90 progetti iscritti ne sono stati selezionati 63 da 19 Paesi.
Vista l’importanza della manifestazione ai fini della ricerca di investitori e partner, il pre-forum è un utile strumento in sede nazionale per testare i progetti e rodare le presentazioni di fronte ad un pubblico di esperti”.


Ambientazione inedita per “Sbrain” diretto da Michel Fuzellier e prodotto della Gertie di Milano con partner in Francia, Belgio e Lussemburgo.
Una serie sulla memoria dedicata ai bambini in età  scolare (52 episodi da 11 minuti).
Vittima della goffaggine di Moko e Warbo, due neuroni svitati e pasticcioni, Lillian, una bambina di dieci anni che subirà  momentanee alterazioni dell’umore, delle sensazioni e della memoria, senza ovviamente immaginarne la causa.
Al Brain Team, la squadra speciale composta da cellule del sistema nervoso, il compito di trovare immediate soluzioni a costo di mille peripezie.
Storie avventurose scritte su rigorose informazioni scientifiche, che rappresenteranno un’occasione per riflettere su temi quali il ruolo della memoria e l’importanza dell’apprendimento nella condotta sociale.


Due i progetti sostenuti da Rai Fiction: “Dixiland” di Andrea Zingoni, già  selezionato allo scorso Festival di Annecy, e “Galileo” del Gruppo Alcuni di Treviso.
La prima è una deliziosa serie di T-Rex Digimation (26 x 4′): nata per incantare i più piccoli, dispensa pillole di saggezza Zen anche agli adulti.
Protagonista è Dixi, un dolce elefantino alato che affronta le sue avventure con candida fiducia nella vita.
Un cartoon definito dall’autore “un pronto soccorso emozionale”, perché, come spiega l’elefantino, unica voce della serie oltre al narratore, “ognuno dev’essere quel che è.
Perché quel che ognuno è, è davvero tanto”.


Spin-off della serie in animazione 2D e live action “Eppur si muove”, “Galileo” (13 x 10) mette di nuovo in scena gli stessi autori, Francesco e Sergio Manfio, i protagonisti animati del precedente cartoon e nuovi personaggi, qui alle prese con la realizzazione di un cartone animato sulle stelle in cui incontreranno Galileo con il suo telescopio.


“Crocco e Dillo” di CartoonOne è invece ambientato nei sotterranei di New York dove vivono i due piccoli alligatori protagonisti del titolo (52 x 11′, target 6-12 anni).


 Infine, “Gagà  Astronaut Professor” di Musicartoon, coproduzione con la spagnola Neptuno Films e la francese Xilam Animation, serie (26 x 7′) ideata e diretta da Annalisa Corsi.
Attraente la grafica dei 5 personaggi principali: un cane, un coniglio, un criceto e un porcospino che verranno trasportati da Gagà , bambino dai grandi occhi cerchiati, in strabilianti viaggi di fantasia nello spazio.


 


Dai fiordi norvegesi all’Argentina per un’altra novità  che promette di diventare un appuntamento fisso nell’agenda dei professionisti dell’animazione.
Da quest’anno Cartoon co-organizza a Buenos Aires il primo Cartoon Connection fra i produttori europei e latino americani, che si terrà  in contemporanea con la terza edizione di ExpoToons, dal 25 al 28 novembre.
Festival che, con l’esperienza e l’appoggio dell’associazione belga, pioniera nell’organizzazione di eventi business nel settore, punta a diventare il punto di incontro dove sviluppare progetti comuni fra i due continenti.
La prima volta di un progetto del Programma Media oltre le frontiere europee.
“La differenza fra l’animazione europea e quella del Sud America, mercato naturale del Nord America, è enorme “” spiega Maria B. Fois, direttore generale di Mondo TV Spagna, società  del gruppo romano per il mercato iberico e latino-americano “” Questo incontro può essere molto favorevole per l’Europa: l’Argentina è leader nella creazione di talenti in tutta la regione, dove produrre ha ancora costi contenuti.

Nella sezione: Rivista