ANIMAZIONE/La Cina a Annecy 2017

Se la prossima edizione di Cartoons on the Bay è dedicata al Giappone, quella del Festival internazionale del film di animazione di Annecy, dal 12 al 18 giugno prossimi, avrà come Paese ospite la Cina, con una delegazione guidata dalla Sarft, l’amministrazione statale della Stampa, Pubblicazioni, Radio, Film e Televisione, presente al Mifa con un padiglione di oltre 150 metri quadrati.
Quello del Mercato internazionale del film di animazione e l’Asia è un rapporto costruito nel tempo e parte del successo delle ultime stagioni del mercato che ha visto crescere ininterrottamente la partecipazione, raddoppiata negli ultimi dieci anni.
Forte dei numeri registrati, non solo lo “chapiteau” principale del Mifa supererà quest’anno i 1000 metri quadrati raggruppando anche lo spazio istituzionale, delle scuole, dei prestatari di servizi tecnici e del reclutamento degli studi, ma il mercato si allunga di un giorno passando a quattro: dal 13 al 17 giugno prossimi.
E finalmente verranno spostate all’Imperial Palace tutte le conferenze finora “confinate” alla Chambre de métiers.
Altre novità saranno gli incontri con le case editrici e il Mifa Campus, dedicato principalmente all’incontro fra studenti e talenti dei paesi emergenti con i professionisti dell’industria presenti al mercato, che si va ad aggiungere agli altri dispositivi di reclutamento che hanno conosciuto una crescita formidabile e che fanno di Annecy un appuntamento irrinunciabile tanto per gli studenti quanto per i professionisti.
Fra questi ultimi, sono attesi Kristine Belson, Presidente di Sony Pictures Animation e Eric Coleman, SVP Original Programming e General Manager, Disney Television Animation, protagonisti di due keynote.
Lato festival, l’omaggio alla Cina si svilupperà intorno a una grande mostra dello storico studio di Shanghai, ma anche con installazioni di opere di artisti/cineasti al confine fra arte contemporanea e cinema di animazione, oltre a una decina di programmi per una corposa retrospettiva che parte dal primo lungometraggio cinese in animazione, “La principessa dal ventaglio di ferro” dei fratelli Laiming e Guchan Wan del 1941, fino ai migliori cortometraggi delle odierne scuole di animazione.
Curiosità: nella sezione Work in Progress verrà presentato un lungometraggio attualmente in produzione che vede la star Angelina Jolie in qualità di produttrice esecutiva. Si tratta di “The Breadwinner”, dal romanzo per bambini di Deborah Ellis “Sotto il burqa”, storia di una bambina che vive in Afghanistan dove è costretta a travestirsi da maschio per lavorare e aiutare la sua famiglia. Il film è diretto da Nora Twomey, già co-regista con Tomm Moore di “The Secret of Kells”, primo lungo a ricevere una candidatura all’Oscar dello studio irlandese Cartoon Saloon che coproduce questo nuovo titolo insieme a partner canadesi e del Lussemburgo.

Nella sezione: Rivista