2019/L’anno della svolta?

“Estate 2019: l’anno della svolta”: il titolo del convegno (sottotitolo: la promozione per un cinema tutto l’anno) in programma il 4 dicembre, potrebbe sintetizzare il clima che accompagna le 41e Giornate Professionali di Cinema, a Sorrento dal 3 al 6 dicembre, prodotte e organizzate dall’ANEC, Associazione Nazionale Esercenti Cinema, in collaborazione con l’ANEM e l’ANICA.

Intenso anche quest’anno il programma delle Giornate, che oltre al “cuore” rappresentato dalle convention delle maggiori società di distribuzione che anticiperanno agli esercenti i film del prosssimo anno, e dalla tradizionale Festa di premiazione con i Biglietti d’Oro e le Chiavi d’Oro, prevede approfondimenti (mercoledì 5 in calendario il seminario ANEC “Sostegno alle sale e attuazione dei decreti: tutte le novità”) e anteprime offerte dalle società di distribuzione.

Si apre con “Mia e il leone bianco” di Gilles de Maistre (Eagle), seguono “La notte è piccola per noi/ director’s Cut” di Gianfrancesco Lazotti (Distribuzione Indipendente) “Bumblebee” di Travis Knight (Fox, 3D), “Non ci resta che il crimine” di Massimiliano Bruno (01), “Greek Book” di Peter Farrelly (Eagle), “Gloria Bell” di Sebastian Lelio (Cinema), “Ben is Back” di Peter Hedges (Notorius) “Il bene mio” di Pippo Mezzapesa (Altre Storie), e “La strega Rossella & Bastoncino” di Jan Lachauer e Max Lang (Cineteca di Bologna).

Nella sezione: Rivista